Vai al contenuto

Inter-Atalanta 2020-2021: quando Skriniar lanciò l’Inter verso il tricolore

Manca esattamente un giorno all’inizio della gara tra Inter e Atalanta. Il piccolo derby regionali tra meneghini e bergamaschi, soprattutto negli ultimi anni, è diventato uno dei match più spettacolari del campionato italiano. Da quando Gian Piero Gasperini siede sulla panchina della dea, i bergamaschi hanno sempre saputo tenere testa alle grandi potenze vicine di casa e, più di una volta, hanno creato varie problematiche ai top club. Di tutte le gare giocare alcune hanno lasciato il segno più di altre ma quella che, soprattutto in un momento come quello che stanno vivendo adesso, tutti i tifosi dell’Inter ricordano è il match di San Siro di 3 anni fa, il quale cambiò radicalmente il percorso dei meneghini.

Inter-Atalanta 1-0: La zampata di Skriniar stende la dea 

Siamo nel marzo del 2021 e l’Inter, guidata da Antonio Conte, è sempre più lanciata verso lo scudetto che manca da ben 11 anni. Dopo la vittoria nel derby di ritorno, finito con il risultato di 3-0 grazie alla doppietta di Lautaro e al gol di Lukaku, gli uomini di Conte sono padroni del loro destino e possono contare su 4 punti di vantaggio sul Milan inseguitore. L’avversario da battere è uno dei più difficili in assoluto. L’Atalanta di Zapata e Muriel è una squadra dinamica, coriacea e soprattutto reduce da un’ottima prestazione in Champions League contro il Real Madrid. Nel primo tempo la gara viaggia sui binari dell’equilibrio, l’Inter, come spesso capita, si difende ordinatamente e aspetta il momento giusto per colpire, mentre l’Atalanta prova ad attaccare ma non trova sbocchi. La svolta avviene nella ripresa quando da un calcio d’angolo, l’Inter riesce a sbloccare la partita. A segnare il gol decisivo ci pensa Milan Skriniar, all’epoca uno dei più importanti difensori del campionato e perno essenziale negli schemi di Antonio Conte. L’Atalanta, colpita a freddo, cerca di pareggiare subito ma senza successo. Difronte a loro si trovano un muro impossibile da superare. Bastoni, Skriniar e De Vrij difendono in modo eccezionale e, anche se con grande fatica, i nerazzurri riescono a portare a casa 3 punti tanto sofferti quanto importanti. La vittoria vale l’allungo in classifica e una grande iniezione di fiducia che permetterà all’Inter di trionfare in campionato. Da lì a pochi mesi i nerazzurri alzeranno al cielo il loro 19′ scudetto. Una delle gare spartiacque fu, indubbiamente, quella contro l’Atalanta, disputata a San Siro l’8 marzo 2021. A distanza di 3 anni l’Inter, oggi allenata da Simone Inzaghi, si trova in una situazione incredibilmente simile e, dovesse battere anche l’Atalanta, volerebbe addirittura a +12. La speranza del tecnico piacentino è che il finale possa essere lo stesso.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Simone Ambroso

Simone Ambroso