Vai al contenuto

Inter-Atalanta: dove vederla in Tv, Sky o Dazn?

Inter-Atalanta dove vederla in tv. Inter-Atalanta sarà la partita che rimetterà tutte le pretendenti allo Scudetto sullo stesso numero di partite giocate. La gara, infatti, era stata rinviata per consentire ai nerazzurri di partecipare alla Supercoppa Italiana tenutasi a Riad lo scorso 22 Gennaio e che ha visto trionfare per la terza volta consecutiva proprio gli uomini allenati da mister Simone Inzaghi. Gli uomini di Gasperini tornano nuovamente a San Siro, a distanza di solo 3 giorni dalla sfida contro il Milan, e contano di fare lo sgambetto anche questa volta.

L’Inter può contare su un vantaggio considerevole sulla seconda e terza in classifica ma, chiaramente, non intende lasciare punti per strada, tanto meno in questa fase delicata della stagione in cui si alternano fatiche di campionato a quelle di coppa. Ricordiamo, infatti, che il prossimo 13 Marzo andrà in scena il secondo atto della sfida valida per gli Ottavi di Champions League contro l’Atletico Madrid di Simeone e, sicuramente, viaggiare sulle ali dell’entusiasmo grazie a prestazioni sempre positive non può altro che fare bene a tutto l’ambiente. Ecco perchè l’obiettivo principale è, e deve essere, sempre la vittoria.

Inter-Atalanta: dove vederla in tv

inter atalanta serie a

La partita in programma mercoledì 28 febbraio alle 20:45 sarà trasmessa in diretta e in esclusiva da DAZN. Gli appassionati di calcio e abbonati potranno seguire l’incontro attraverso l’app della piattaforma di streaming su smart TV e in streaming su dispositivi mobili come PC, smartphone e tablet.

Inter TV, come al solito, offrirà aggiornamenti e collegamenti pre-partita con le ultime notizie da San Siro prima del fischio d’inizio. Come di consueto si prevede uno stadio gremito di gente pronta a supportare i giocatori in campo trascinandoli verso il possibile +12 in classifica sulla Juventus che, ad oggi, darebbe un ulteriore spinta verso l’obiettivo della seconda stella.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Mirko Patera

Mirko Patera