Vai al contenuto

Inter-Atletico Madrid 1-0: decide Arnautovic

Inter-Atletico Madrid: termina 1-0 per i padroni di casa la sfida di San Siro grazie alla rete dell’austriaco Marko Arnautovic al minuto 79. Sarà su questo parziale, dunque, che si giocheranno i 90 minuti (o più) del Metropolitano il 13 marzo, quando la squadra di Simeone avrà il compito di ribaltare il risultato di stasera.

Una sfida equilibrata, tesa, con le squadre sempre attente e compatte, ma il risultato finale sorride ai nerazzurri. Migliore la formazione di Inzaghi anche per il dato del possesso palla (57% contro il 43% dell’Atletico) e quello dei tiri (19 contro 7, di cui 5 nello specchio per l’Inter mentre nessuno per gli spagnoli).

Un primo tempo molto controllato da entrambe le formazioni con poche occasioni chiare da una parte e dall’altra ha lasciato spazio a una seconda frazione di gioco molto più spettacolare, accesa soprattutto dai cambi in attacco di Morata da una parte (subentrato a Saul) e di Arnautovic (per l’infortunato Thuram) dall’altra.

Inter-Atletico Madrid: la zampata di Arnautovic decide l’andata degli ottavi di Champions

Inter Atletico Madrid Arnautovic bacia terreno

Si rende subito pericoloso l’ex Bologna al 48′ quando arriva per primo al cross di Dimarco dalla sinistra ma spara alto, così come spreca due altre occasioni prima non finalizzando una bellissima azione in triangolazione con Lautaro, poi non arrivando al traversone basso di Dumfries sotto porta. Pericolosa la formazione del Cholo soprattutto grazie alle incursioni di Samuel Lino (vicino al gol prima con un’azione personale al 55′ e poi con un tiro da fuori al minuto 80′), ma l’Inter è sempre attenta dietro e chiude su tutte le occasioni dell’Atletico.

Il match si sblocca finalmente al 79esimo minuto quando un errore del subentrato Reinildo favorisce la ripartenza del capitano Lautaro Martinez. L’argentino va da solo ma sbatte su Oblak, Arnautovic è il più veloce ad avventarsi sulla respinta del portiere sloveno e ribadisce in rete. Negli ultimi dieci minuti la squadra di Inzaghi è ancora più brava a rimanere compatta e concedere pochi spazi, senza errori dietro, e riesce a chiudere il match senza rischi eccessivi.

Superlativi Barella e De Vrij, sottotono Mkhitaryan e Calhanoglu, un po’ altalenanti Arnautovic e Lautaro, ma nel complesso un’Inter che vince e convince contro un avversario tutt’altro che semplice. Al Metropolitano si ripartirà dal risultato di 1-0 per i nerazzurri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Fabrizio Pettenati

Fabrizio Pettenati