Vai al contenuto

Inter-Betsson, c’è l’accordo: cifre e dettagli

Sembrerebbe che l’Inter abbia trovato l’accordo sul prossimo sponsor da mettere sulla maglia la prossima stagione. Come appurato da Fcinter1908.it, il club nerazzurro avrebbe trovato la quadra con gli svedesi di Betsson.

L’accordo sarebbe sulla base di 5 anni di contratto a 30 milioni a stagione più bonus. Battuta la concorrenza di Qatar Airways, già sponsor nerazzurro, che offriva 16-18 milioni a stagione per diventare nuovo main sponsor.

L’azienda svedese di betting entra così in pompa magna in Italia. Molto probabilmente sulle maglie potrebbe comparire attraverso il proprio brand StarCasinò.Sport. Un modo anche per ovviare a quanto deciso dal Decreto Dignità che vieta sponsorizzazioni strettamente legate alle scommesse.

Un percorso di investimenti nel nostro paese che porterà all’apertura di una nuova piattaforma, Betsson Sport, con testimonial Francesco Totti.

Cos’è la Betsson Group

Il gruppo Betsson è una multinazionale che opera nel settore del betting online. Non è la prima società di scommesse ad essere associata al club, poiché dal febbraio del 2023 e fino al 2025 Leo Vegas è lo sponsor ufficiale per la divisa da allenamento dell’Inter, nonché sostenitore di numerose iniziative sempre a contatto con la società.

Il gruppo è stato fondato nel 1963 e all’inizio si limitava a fornire slot machine ai ristoranti in Svezia. Dopo diverse acquisizioni e cambi di nome con società minori, il gruppo ha preso il nome Betsson nel 2006 e da quel momento ha iniziato una serie di acquisizioni di famose compagnie che operano nel settore delle scommesse e del gioco online.

Nel 2011 ha acquistato il gruppo Betsafe e ha iniziato a registrare numeri da vero colosso, superando gli utenti di marchi noti come Unibet. Nel 2016 ha completato l’acquisizione anche del gruppo NetPlayTv, acquisendo gli asset di Jackpot247, Supercasinò e il più noto StarCasinò. Nel 2021 ha raggiunto un’accordo con la CONMEBOL per la sponsorizzazione ufficiale della Copa America 2021. Il tempo a disposizione non sembra essere molto e si corre sempre il rischio, in caso di divieto confermato, che dall’altra parte l’offerta di Qatar Airways possa scadere, lasciando nuovamente aperta la questione sponsor.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: