Vai al contenuto

Inter campione d’inverno: un bene o un male? Cosa dicono le statistiche

Con l’ultima vittoria al cardiopalma contro l’Hellas Verona di Baroni i nerazzurri si sono garantiti il titolo di campioni d’inverno, con un vantaggio di 2 punti sulla Juventus che insegue. A quota 48, tra l’altro, l’Inter si posiziona al sesto posto nella classifica generale delle squadre italiane con il maggior numero di punti ottenuti al giro di boa, guidata dalla Juventus di Cristiano Ronaldo nella stagione 2018-2019 (53 i punti)

Proprio il club milanese, insieme a quello rivale di Torino, detiene il record per il maggior numero di piazzamenti consecutivi al primo posto dopo la chiusura del girone d’andata (4), conquistati nelle stagioni 2007-2010, ma questo traguardo comporta non poche pressioni. Nelle 89 edizioni della Serie A è capitato solo due volte che la squadra laureatasi campione d’Inverno non si posizionasse sul podio alla fine del campionato (la Juventus nel 1935/36 e il Liguria nel 1938/39), e nell’epoca dei tre punti per il 67% delle volte è poi salita sul gradino più alto laureandosi campione.

Nel più recente campionato vinto nel 2020/2021 l’Inter aveva chiuso in seconda posizione il girone d’andata, dietro ai cugini rossoneri, ma era riuscita a scavalcare il Milan quattro mesi dopo in una cavalcata terminata trionfalmente. L’ultimo titolo di campioni d’inverno, invece, risale alla stagione successiva quando sono stati gli uomini di Pioli a ribaltare la classifica impedendo ai nerazzurri di confermarsi.

In totale, in ben 17 occasioni la classifica al termine del girone d’andata ha sorriso all’Inter, cosa che si è tradotta nella vittoria del titolo in 10 di queste: riusciranno i giocatori allenati da Simone Inzaghi a smentire il più recente precedente negativo?

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Fabrizio Pettenati

Fabrizio Pettenati