Vai al contenuto

Inter-Hellas Verona, la moviola: Fabbri insufficiente

Moviola Inter-Hellas Verona. Il 2024 dell’Inter inizia in uno dei modi più pazzi possibili, vincendo contro l’Hellas Verona per 2-1, non senza qualche sofferenza di troppo, ma anche con tante polemiche arbitrali. L’arbitro del match, ovvero Michael Fabbri, non è riuscito a gestire al meglio una partita che è stata tutto sommata tranquilla fino al gol di Henry del Verona, dove l’Inter ha protestato sul contatto tra Magnani e Arnautovic. Ma le più grandi polemiche riguardano il gol dei nerazzurri, con Bastoni che colpisce Duda a palla lontana, sia l’arbitro che il Var non sono intervenuti; ecco la moviola del match.

Quante polemiche su Fabbri e Var

La vittoria dei nerazzurri rischia di essere macchiata da alcuni episodi arbitrali decisamente controversi: per oltre 70 minuti la partita è filata via liscia per la terna arbitrale, con il Var che è dovuto intervenire solo all’inizio del secondo tempo per confermare il fuorigioco di Acerbi sul gol di Lautaro Martinez. Seppur il difensore fosse avanti solo con la spalla, il gol da regolamento viene giustamente annullato.

Sul gol di Henry, che ha permesso al Verona di passare momentaneamente in pareggio, nascono le prime polemiche, con l’azione del gol che nasce dal contatto tra Magnani ed Arnautovic: un intervento al limite e deciso, ma è giusto confermare la decisione di campo dell’arbitro Fabbri.

L’episodio più contestato è quello del vantaggio nerazzurro di Frattesi: da azione di calcio d’angolo, il centrale dell’Inter Alessandro Bastoni colpisce Duda a palla lontana con il braccio destro, appena sotto il volto. Seppur il contatto non sia stato fortissimo, l’italiano commette un fallo, ed è un errore grave di Fabbri non aver visto subito l’accaduto, ma ancora di più il fatto che il Var, composto oggi da Nasca e Di Vuolo non sia intervenuto, richiamando l’arbitro all’on field review. Giuste le proteste quindi del Verona, con anche Lazovic che viene espulso nel casino generale.

Mentre grave errore di Fabbri anche quello di non aver visto subito il fallo di rigore di Matteo Darmian su Magnani, con il giocatore dell’Inter che colpisce il piede del difensore dell’Hellas. Dopo una review al Var, l’arbitro concede il rigore che poi viene sbagliato da Henry.

Tutto sommato la prestazione di Fabbri e del Var è stata sicuramente insufficiente, e c’è il rischio che per loro ci sia un turno di stop.


© Consentita la sola riproduzione parziale citando e linkando la fonte.
Emanuele Di Vitto

Emanuele Di Vitto