Vai al contenuto

Inter, Carboni jolly sul mercato o asso nella manica per l’Inter del futuro?

Il futuro di Valentin Carboni è all’Inter? Ha iniziato a brillare al Monza di Palladino in questa stagione il talento indiscusso di Valentin Carboni, gemma della primavera dell’Inter che la società sa perfettamente aver bisogno di maggiore esperienza per poter confermare tutte le proprie potenzialità, ma che al contempo vorrebbe riportare a casa. Ecco il motivo per cui la separazione con i meneghini è solo nelle formule del prestito.

Dopo che al ragazzo sono bastati pochi minuti anche con la Nazionale per mostrare ai propri connazionali le proprie qualità, i nerazzurri sono sempre più convinti di avere tra le mani un tesoro da gestire al meglio.

Carboni, l’Inter deve puntare su di lui o considerarlo un jolly per il mercato?

Carboni Monza

“Tremiamo per l’adrenalina, continuavamo a ridere e abbracciarci. Abbiamo sempre sognato il suo debutto e siamo orgogliosi. Per colpa del fuso orario il calcio d’inizio era alle 4 del mattino e non credo che poi riusciremo a prendere sonno” così parla a TuttoSport Ezequiel Carboni, il papà del giovane talento delle giovanili nerazzurre che quest’anno ha iniziato a far parlare di sé tra le fila di Palladino e che ha esordito ieri anche con la Nazionale. Per Valentin Carboni sono stati sufficienti otto minuti al debutto con l’Argentina nell’amichevole contro la Costa Rica per mandare in visibilio la famiglia e far conoscere a chi ancora non lo conosceva il suo gande talento. Ora più che mai i nerazzurri sanno di avere una grande risorsa tra le mani.

Come scrive La Gazzetta dello Sport, l’idea principe dell’Inter è quella di tenersi il gioiello, una volta scaduto il prestito secco col Monza. Palladino ha avuto un grande merito per la crescita del ragazzo, tanto da portarlo a esordire con la Nazionale campione del mondo, ma i nerazzurri vogliono che il talento cresciuto con la maglia nerazzurra possa confermarsi proprio a casa. La rosea ne è certa: a fine anno tornerà a Milano dove il club ha in serbo grandi progetti per lui. Chiaro però che se dovessero esserci delle esigenze sul mercato (nell’affare col Genoa per Gudmundsson, Carboni potrebbe essere la carta che accontenterebbe il Genoa), sarà lui la pedina da muovere, pur tenendo a mente che la società non vuole perderne il controllo.

Pare poi che il talento nei piedi appartenga anche al fratello, nato in Italia di Valentin: il tredicenne Cristiano Carboni potrebbe esordire presto con l’Under 15 e di lui si dice che riesca a battere il fratello per talento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Alessia Lazzaroni

Alessia Lazzaroni