Vai al contenuto

Clamoroso dietrofront di Dumfries: adesso vuole restare e tratta il rinnovo

Dietrofront di Denzel Dumfries. Nessuno può negare di non esser rimasto piuttosto soddisfatto dal rendimento generale di Denzel Dumfries dal suo arrivo all’Inter. A prescindere dai soliti numeri – 10 gol e 19 assist in 119 partite -, l’apporto del laterale olandese non è mai passato inosservato, soprattutto perché ignorare le sue qualità è una pratica alquanto complicata. Un esterno di grande spinta, molto rapido ed abile nell’1 contro 1, che accompagna una grande propensione offensiva ad una solidità difensiva piuttosto discreta. Insomma, un giocatore di cui difficilmente si può fare a meno.

Si, è vero, l’arrivo del canadese Tajon Buchanan può potenzialmente sostituirlo, sia perché l’ex Bruges ha più o meno le stesse caratteristiche dell’olandese sia perché il fattore età potrebbe tornare più utile. Anche qui ci sarebbe una grande parentesi da aprire, poiché da tempo l’Inter non ha mai fatto distinzioni d’età: basti pensare ai vari Henrik MkhitaryanEdin Dzeko, Yann Sommer e tanti altri. In linea generale questo è più un appunto sulla situazione generale proprio fra Dumfries e i nerazzurri, che al momento navigano in acque davvero alte anche solo per nutrire un po’ di speranza di una permanenza prolungata dell’esterno olandese. Tuttavia, negli ultimi giorni pare ci sia stato un cambio di rotta repentino.

Clamoroso Dumfries ora tratta per il rinnovo

dumfries esultanza Inter

Sebbene l’addio fra Dumfries e l’Inter fosse già stato premeditato – e conseguentemente accettato – da tempo, sembra che ci sia stato un incredibile colpo di scena. L’ex PSV, infatti, ha deciso di intavolare nuovamente la trattativa per il rinnovo, la quale è stata accantonata dallo stesso giocatore qualche mese fa. In linea di massima il problema risiedeva nell’offerta proposta dai nerazzurri, che avrebbero garantito uno stipendio annuo in stile Federico Dimarco – 4 milioni di euro l’anno con l’aggiunta di ulteriori bonus – e un prolungamento fino al 2025. Una proposta che inizialmente il n°2 nerazzurro non era assolutamente disposto ad ascoltare, ma che nell’ultimo periodo pare abbia assunto un valore totalmente diverso.

Le ipotesi sono tante, ma di certo c’è che Dumfries avrà ragionato sul proprio futuro lontano da Milano: una delle possibili conclusioni è la rassegnazione sul fatto che la ricerca di una squadra con le medesime ambizioni, status e qualità dell’Inter non è poi così scontata, oltre che alla grande passione dei propri tifosi e la vita piuttosto serena nel capoluogo lombardo. Lasciarsi scappare tutte queste certezze per 1,5 milioni in più sul proprio contratto forse non sarebbe stata una buona idea e per questo ora il classe 1996 è già al colloquio con la dirigenza per poter discutere della propria permanenza in nerazzurro. L’affollamento nel ruolo non è sconosciuto, ma per mister Simone Inzaghi non è poi così male avere questa larga scelta in un ruolo cardine del proprio scacchiere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Riccardo Fattorini

Riccardo Fattorini

Sono un giornalista sportivo alla ricerca di nuovi stimoli ed esperienze formative. Amo il calcio e amo poterlo raccontare in diversi modi, anche sotto il mio punto di vista.View Author posts