Vai al contenuto

Inter in difficoltà ma il bilancio dice altro: club in crescita costante

Utile Inter. Buone notizie per l’Inter. Il consiglio di amministrazione del club si è riunito nella giornata di oggi. Al vertice era presente in videochiamata direttamente da Nanchino anche il presidente Steven Zhang. L’obiettivo dell’incontro era quello di esaminare e consolidare la situazione economico-patrimoniale del Gruppo relativa al secondo semestre del 2023, vale a dire il periodo compreso tra l’1 luglio e il 31 dicembre dell’anno di riferimento.

Ma non solo. Al vaglio è passato anche il bilancio del primo semestre riguardante la stagione attualmente in corso e anche quest’ultimo è stato approvato dal CDA e da Zhang. I risultati di questi primi mesi di 2024 hanno fatto registrare un utile netto consolidato pari a 22,3 milioni di euro. All’interno dell’analisi è inoltre emerso un cospicuo aumento dei ricavi rispetto all’anno scorso, con un aumento del 34,6%.

Utile Inter: i risultati dettagliati

Steven Zhang assemblea soci collegamento

Come affermato dal club in una nota ufficiale, l’utile netto consolidato di 22,3 milioni di euro di questo primo semestre di 2024 è da rapportare ad una perdita netta di 63,5 milioni di euro. Dunque c’è stato un incremento di ben 85,8 milioni di euro, dovuto principalmente al cospicuo aumento dei ricavi del club, pari a 265,4 milioni di euro, in crescita del 34,6%. Dunque si sono alzati di 91,8 milioni di euro rispetto a quanto fatto registrare l’anno scorso nello stesso periodo di riferimento.

L’aumento dei ricavi è stato possibile grazie a diverse manovre messe in atto dal club. 41,7 milioni di euro sono giunti grazie ai trasferimenti conclusi durante lo scorso calciomercato estivo. Le operazioni principali in questo senso sono state la cessione di Marcelo Brozovic all’Al-Nassr per circa 18 milioni di euro e quella di André Onana al Manchester United per 52 milioni di euro più 5 di bonus. Un altro motivo sono gli incassi da stadio, che l’anno scorso erano venuti a mancare nel periodo in esame a causa della sospensione del campionato per via del Mondiale in Qatar del 2022. Anche i diritti audiovisivi hanno visto una crescita di valore. Insieme questi fattori hanno generato un surplus di 29,4 milioni di euro. Hanno contribuito anche l’aumento dei ricavi dovuti alle sponsorizzazioni. In questo particolare settore chiaramente la voce grossa è fatta da Nike, da Paramount+ e dalla divisione retail&licesing del Club.

A settembre 2023 era stata effettuata una conversione a patrimonio netto di finanziamenti dei soci per 76 milioni di euro. Adesso si aggiunge un’ulteriore conversione di 22 milioni di euro con efficacia al 31 marzo 2024. Dunque nella stagione attuale il supporto conferito dall’azionista di maggioranza, cioè Suning, ha raggiunto un totale di ben 98 milioni di euro.

Le prospettive del club

Nel comunicato emesso sul sito ufficiale dell’Inter, dopo aver esposto tutti i dettagli relativi alle analisi consolidate, è presente anche una previsione sul quella che sarà la situazione economico-patrimoniale ad esercizio chiuso. Il club prevede di registrare dei risultati migliori rispetto a quelli ottenuti nella scorsa stagione.

Ad alimentare questa speranza è anche il miglioramento netto fatto registrare nell’area economico-finanziaria del club. Anche i risultati sportivi aiutano in questo senso. I successi in campo aiutano ad aumentare l’attrattività del brand Inter agli occhi degli investitori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Luca Arcangeli

Luca Arcangeli