Vai al contenuto

Inter-Empoli 2-0, Inzaghi afono, parola a Farris: “Abbiamo solo in testa di arrivare allo scudetto prima possibile”

Al termine della gara vinta dai nerazzurri, si è presentato ai microfoni di Dazn il vice di Inzaghi, Farris, visto che il tecnico è rimasto senza voce.

Simone Inzaghi ha vissuto con molta partecipazione questa gara percependo l’importanza della sfida assolutamente da non toppare. L’ha vissuta talmente intensamente da restare a fine gara senza voce. Per questo motivo ai microfoni di Dazn si è presentato il suo vice Massimiliano Farris che ha commentato così la vittoria.

“Barella sta brillando: il suo rendimento è di altissimo livello, confermato dal gol in nazionale che lo ha galvanizzato. E non è solo lui: tanti altri giocatori, reduci da viaggi intercontinentali, hanno dato il loro contributo. La squadra ha disputato un primo tempo solido, controllando il gioco e creando occasioni. Nel secondo tempo, però, è stato ancora meglio: le sostituzioni hanno dato nuova linfa alla squadra, che ha dominato e portato a casa la vittoria. Un’altra dimostrazione di forza del gruppo: unito, compatto e pronto a lottare su ogni pallone”.

Su Acerbi: “Inzaghi ha preso la decisione definitiva su Acerbi. C’è stata molta confusione dopo l’accusa di razzismo e abbiamo aspettato il ritorno di Inzaghi per discuterne. Lui ci ha assicurato che non ha mai pronunciato la frase incriminata e noi tutti lo sosteniamo. Personalmente, conosco Francesco da tempo e posso affermare che è un ragazzo perbene e non è assolutamente razzista. È stato un episodio spiacevole, speriamo che si chiuda qui e che si possa tornare a parlare solo di calcio”.

Sui gol dei difensori: “I gol dei difensori? Sono un segno della qualità dei ragazzi. Noi forniamo le idee e gli schemi, ma sono loro ad avere le capacità e il talento per metterli in pratica. La grande abilità dei centrocampisti nel coprire le avanzate dei difensori è fondamentale per il successo di questo sistema di gioco. Si tratta di un vero e proprio lavoro di squadra, che viene eseguito in maniera eccellente. Non importa se segna Dimarco o un altro giocatore: ciò che conta è il senso di appartenenza e l’attaccamento alla maglia che tutti loro dimostrano. Il fatto che Dimarco abbia segnato ancora a San Siro ci rende particolarmente orgogliosi”.

Sulla vittoria dello scudetto nel derby

inter empoli farris

Sulla vittoria dello scudetto nel derby: “Non abbiamo mai discusso di scegliere la partita in cui conquistare lo scudetto. Abbiamo fatto tanti punti e abbiamo un grande vantaggio, ma non basta. Mancano 8 partite e dobbiamo continuare a fare bene. Personalmente, mi fa piacere non subire gol, ma non è solo merito dei difensori. L’obiettivo è solo uno: arrivare allo scudetto, prima sarebbe meglio, ma ci godiamo il percorso. Parlando del derby: non sto bluffando, non ne abbiamo parlato. La squadra si concentrerà sull’Udinese, sperando di vincere senza prendere gol. La cosa meravigliosa di questo fantastico gruppo è l’entusiasmo che si respira negli allenamenti”, ha concluso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA