Vai al contenuto

Inter, senza Calhanoglu si fa fatica: i numeri non mentono

Che Hakan Calhanoglu rivestisse un ruolo fondamentale nello scacchiere di mister Simone Inzaghi era più che evidente, eppure se si guarda alle statistiche generali dell’Inter risulta ancora più incredibile l’apporto del centrocampista turco per la sua squadra. Chi l’avrebbe mai pensato che il giocatore della tua rivale di sempre potesse diventare così importante per le sorti della propria squadra? L’amministratore delegato Giuseppe Marotta sicuramente non si sarà fatto condizionare da questo aspetto, affidando al classe 1994 un ruolo da protagonista. Una scelta del tutto azzeccata.

I numeri dell’Inter con e senza Calhanoglu

In effetti l’Inter ha registrato una percentuale di vittoria pari al 72% durante i suoi ultimi due anni in nerazzurro (circa 38 partite su 53 disputate), accompagnata da una media punti di 2.2 a gara. Numeri importanti per un giocatore che fa sentire la propria presenza in campo grazie alle sue enormi qualità.

Presenza che non potrà essere confermata nel prossimo impegno contro la Fiorentina: il centrocampista turco, infatti, salterà la trasferta di Firenze dopo aver preso un giallo di troppo in occasione della finale di Supercoppa. La sua assenza sicuramente peserà: basti pensare che senza di lui la percentuale di successi dei nerazzurri scende al 20% (circa 1 partita su 5), con una media di 0.8 punti a gara.


© Consentita la sola riproduzione parziale citando e linkando la fonte.
Riccardo Fattorini

Riccardo Fattorini

Sono un giornalista sportivo alla ricerca di nuovi stimoli ed esperienze formative. Amo il calcio e amo poterlo raccontare in diversi modi, anche sotto il mio punto di vista.View Author posts