Vai al contenuto

Inter, il pareggio contro il Genoa non deve preoccupare

genoa inter esultanza
CONDIVIDI:
Banner Libro

L’ottimo 2023 dell’Inter si è chiuso con un pareggio al “Ferraris” contro il Genoa allenato da Alberto Gilardino. All’iniziale vantaggio di Arnautovic, ha risposto l’ex giocatore della Juventus Radu Dragusin sul finire del primo tempo, complice un errore di Sommer. In attesa della partita di questa sera tra Juventus e Roma, i nerazzurri sono primi in classifica con 5 punti di vantaggio, e con il pareggio di ieri non sono riusciti ad ottenere il “titolo” di Campioni d’inverno. Nonostante la prestazione decisamente sottotono, Simone Inzaghi deve essere bravo a mantenere la tranquillità tra i suoi ragazzi, ma anche tra i tifosi.

Inter stanca, e le assenze pesano

La partita di ieri ha evidenziato un fatto oggettivo per i nerazzurri: i ragazzi di Inzaghi sono visibilmente stanchi e non sono riusciti a tenere gli alti ritmi imposti dal Genoa. Mentre contro il Lecce era arrivata una bella vittoria condita da una prestazione importante, soprattutto nel primo tempo, ieri sera si sono palesate alcune difficoltà, dal punto di vista fisico e tecnico.

Le assenze sicuramente possono pesare, soprattutto se i giocatori indisponibili si chiamano Lautaro Martinez e Federico Dimarco, ma non devono rappresentare un alibi. La formazione schierata ieri era assolutamente competitiva, ma sono mancati i cambi in panchina per poter dare una sterzata al match. Sono subentrati nell’ordine: Sanchez, Frattesi (febbricitante negli ultimi giorni), Dumfries (appena recuperato da un infortunio muscolare), Klaassen e Pavard, che non hanno avuto l’impatto sperato.

Il fattore della condizione fisica è un altro grande tema da affrontare: come è noto, Inzaghi punta a schierare sempre la formazione più uguale possibile, al netto di qualche match in cui il turnover è necessario (ed è stato fatto sempre in Champions League). Non è un caso che quindi Inzaghi abbia riconfermato lo stesso 11 che ha vinto contro il Lecce, anche a causa di mancanza di alternative a causa degli infortuni. Questo trend però è generale, è quasi in tutte le partite di Serie A, Inzaghi ha schierato sempre formazioni uguali, o molto simili. Per quanto è sicuramente utile dare una continuità tecnica alla squadra, è chiaro che sul lungo periodo alcuni giocatori possano arrivare con il fiato corto, è questo si è notato in giocatori come Barella, Calhanoglu e Thuram.

Il pareggio però è un buon risultato, considerando anche come è arrivato, soffrendo per quasi tutta la durata della partita. La classifica, in attesa di Juventus-Roma di questa sera, dice che i nerazzurri sono primi in classifica con 45 punti, con miglior attacco e miglior difesa. Pertanto non c’è di che preoccuparsi in casa Inter, anche perchè nel prossimo impegno di campionato contro il Verona nel giorno dell’Epifania, potrebbero rientrare Lautaro e Dimarco, oltre ad avere qualche giorno per ricaricare le energie e far entrare alcuni giocatori più in forma, come Dumfries, Sanchez, Pavard e lo stesso Frattesi.

Il punto guadagnato col Genoa è da non sottovalutare, anche perchè la squadra di Gilardino ha tolto punti ad altre big del nostro campionato, come Juventus, Napoli, Lazio e Roma, e perdendo in casa solo contro Milan e Fiorentina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Emanuele Di Vitto

Emanuele Di Vitto