Vai al contenuto

Inter, in 3 anni da -245 a -20: capolavoro finanziario della dirigenza

Migliora il bilancio in casa nerazzurra. La situazione societaria rimane in grosso bilico e il presidente Steven Zhang si trova con le spalle al muro, tra problemi con la giustizia in Cina e 275 milioni di euro da restituire al fondo Oaktree entro la fine del mese di maggio. Una probabile cessione delle quote di maggioranza del club non è un’opzione da escludere nel modo più assoluto, ma l’unica consolazione per il patron cinese è il netto miglioramento del bilancio dell’Inter.

Il percorso che porta al pareggio di bilancio prosegue in modo molto rapido e continuo. A dimostrarlo sono i numeri: negli ultimi 3 anni si è passati da un rosso di -245 milioni ad uno di -20. In un contesto parecchio tribolato gli unici che possono festeggiare sono i dirigenti nerazzurri.

I numeri premiano il lavoro della dirigenza nerazzurra: ecco il bilancio

Negli ultimi giorni la società  ha annunciato una semestrale in utile di 22 milioni di euro. Tale risultato è una grande soddisfazione per la dirigenza interista dato che i ricavi sono cresciuti del 34,6% rispetto all’anno precedente. Il livello dei primi sei mesi, la cui cifra arriva a 265, 4 milioni, incorpora circa 70 milioni di euro provenienti dal mercato.

Il primo semestre comprende anche il grosso dei diritti della Champions League, mentre il secondo, soprattutto a causa dell’eliminazione dalla massima competizione europea, potrebbe essere più avaro di ricavi. Complessivamente si può registrare una perdita inferiore rispetto all’anno scorso, ma comunque tra i 20 e i 30 milioni di euro. Un simile risultato confermerebbe un graduale e progressivo processo di riequilibrio dei conti societari. L’azionista ha recentemente convertito 22 milioni di finanziamenti, dei 128 presenti alla chiusura del bilancio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Simone Ambroso

Simone Ambroso