Vai al contenuto

Inter, Inzaghi: “Vittoria meritata. Arnautovic come se avesse fatto due gol”

È un Simone Inzaghi chiaramente soddisfatto quello visto dopo la vittoria della sua Inter per 2-0 in casa contro il Lecce, grazie ai gol di Bisseck e Barella. Il tecnico dei nerazzurri ha elogiato la prestazione della sua squadra, ritenendo quella di stasera una vittoria meritata, ottenuta contro un avversario di valore e molto ben allenato. Oltre alla prestazione in sè, Inzaghi ha parlato anche della prestazione di Marko Arnautovic e del calciomercato di gennaio. Ecco le dichiarazioni rilasciate dal tecnico dell’Inter.

Inzaghi: “Dirigenza al lavoro sul mercato”

Ai microfoni di SkySport, l’allenatore dei nerazzurri ha parlato di vari argomenti inerenti alla partita e non solo. Simone Inzaghi ha voluto sottolineare l’ennesima porta inviolata ottenuta dalla sua Inter, conquistata grazie alla lucidità e attenzione richiesta proprio dal tecnico.

Arrivata anche la spiegazione dei cambi molto posticipati durante la partita, con la prima sostituzione arrivata solo al 74esimo con l’ingresso di Asllani, e il tecnico dell’Inter ha spiegato come, oltre al centrocampo dove poteva contare su tutti gli elementi, negli altri ruoli c’erano assenze pesanti, con alcuni giocatori, come Sanchez e Pavard, da poco rientrati dai rispettivi infortuni, e che quindi non hanno ancora molto minutaggio.

Sul mercato, Inzaghi è stato chiaro: un esterno al posto dell’infortunato Cuadrado arriverà, considerando che il colombiano dovrebbe rientrare per aprile e nel mentre ci saranno tante partite.

L’allenatore dell’Inter ha anche esaltato la prestazione di Marko Arnautovic (QUI LE SUE PAROLE), che ha lavorato molto in entrambe le fasi ed  è come se avesse segnato due gol, seppur a referto abbia messo a segno “solo” un assist per Barella, ma da lui sta iniziando a vedere segnali positivi e deve continuare a lavorare.

L’intervista si chiude con un regalo che il tecnico fa verso i suoi giocatori, ovvero due giorni di riposo in concomitanza del Natale, aggiungendo come due giorni liberi consecutivi i suoi giocatori non li avessero dal 13 luglio.


© Consentita la sola riproduzione parziale citando e linkando la fonte.
Emanuele Di Vitto

Emanuele Di Vitto