Vai al contenuto

Inter-Juventus, Bremer provoca: “Ho scelto la parte giusta”

Inter-Juventus non aveva bisogno di altre ragioni per essere una sfida dal contenuto altamente infiammabile quando Gleison Bremer ha deciso di accenderla ancora di più. Il centrale ex Torino ha commentato la scelta della maglia bianconera e il mancato passaggio in nerazzurro, non senza qualche provocazione.

Inter, senti Bremer: era a un passo ma non ha ripensamenti

Dopo alcune annate ad alti livelli con la maglia granata, il difensore approdato in Italia dall’Atletico Mineiro sembrava un promesso sposo dell’Inter nell’estate 2022 ma, a seguito di una trattativa fatta da sorpassi e controsorpassi, aveva stracciato il biglietto per Milano Centrale decidendo di spostarsi solamente da una sponda all’altra di Torino. A pochi giorni dal tanto atteso derby d’Italia, Bremer si è detto sicuro e felice della propria scelta, senza nessun ripensamento sul suo trasferimento, anzi ha suonato la carica per i bianconeri sottolineando l’importanza del match.

Nelle sue dichiarazioni, il numero 3 della Vecchia Signora ha aggiunto che la sfida, sebbene cruciale, potrebbe non essere quella (o l’unica) decisiva per la vittoria dello scudetto, perciò ha predicato calma e attenzione in uno scontro su un campo sempre difficile.

Per la preparazione della partita Bremer ha rivelato di seguire i consigli di un altro difensore centrale bianconero, Giorgio Chiellini, che lo avrebbe spronato a guardare molti video per conoscere bene l’avversario. Il brasiliano sa che ci sono attaccanti di livello internazionale che non possono mai essere sottovalutati, come Lautaro Martinez che però non nomina, e crede che la chiave per spuntarla nel duello sia far innervosire l’avversario per impedirgli di mantenere la concentrazione nel corso dei 90 minuti.

Sarà una sfida nella sfida molto interessante da seguire, tutta sudamericana, quella tra Bremer e il capocannoniere della Serie A, con il Toro Martinez sempre più affamato di gol che non gli renderà la vita semplice.


© Consentita la sola riproduzione parziale citando e linkando la fonte.
Fabrizio Pettenati

Fabrizio Pettenati