Vai al contenuto

Inter-Lazio formazioni Supercoppa: ecco le ultime indiscrezioni

Inter-Lazio formazioni Supercoppa. Venerdì 19 gennaio alle ore 20:00 scenderanno sul campo arabo Inter e Lazio per giocare la seconda semifinale (la prima giovedì 18 alle 20:00, Napoli-Fiorentina) della nuova edizione di Supercoppa italiana. Il primo obiettivo stagionale è quello di difendere il titolo: Simone Inzaghi è pronto a schierare la formazione dei titolarissimi per sfidare gli undici Maurizio Sarri. Ecco le probabili formazioni.

Inter-Lazio formazioni Supercoppa: Inzaghi sceglie i titolarissimi

L’Inter arriva a Riyad entusiasta della vittoria in campionato per 5-1 contro il Monza di Palladino, vittoria che ha tenuto il morale alto dei nerazzurri e che porta questi ultimi in Arabia con tanta voglia di riportare a casa la coppa e difendere dunque il titolo.

Simone Inzaghi non rinuncia alla solita formazione: Sommer tra i pali dietro al ritorno di Acerbi dal primo minuto insieme a Pavard e Bastoni. Sugli esterni Dimarco con il rientro di Dumfries dal 1′ al posto di Darmian e a centrocampo il solito e implacabile trio Barella, Calhanoglu e Mkhitaryan. Sembrerebbe non esserci una possibilità per Sanchez e Arnautovic che devono lasciare il posto ancora alla ThuLa.

Le scelte di Sarri

Provedel tra i pali a difendere la porta biancoceleste, mentre in difesa c’è ancora da valutare chi indosserà una maglia da titolare. Lazzari e Marusic sui laterali con Luis Alberto al centro e al fianco di Rovella più uno tra Guendouzi e Vecino che si trovano al ballottaggio. In attacco l’unica certezza è Felipe Anderson, mentre restano da valutare le condizioni di Zaccagni e Immobile che dovrebbe però partire dal 1′.

Le probabili formazioni

INTER (3-5-2): Sommer, Pavard, Acerbi, Bastoni, Dumfries, Barella, Calhanoglu, Mkhitaryan, Dimarco, Lautaro, Thuram.

Allenatore: Simone Inzaghi.

LAZIO (4-3-3): Provedel, Lazzari, Casale, Gila, Marusic, Guendouzi, Rovella, Luis Alberto, Felipe Anderson, Immobile, Zaccagni.

Allenatore: Maurizio Sarri.


© Consentita la sola riproduzione parziale citando e linkando la fonte.
Marta Bonfiglio

Marta Bonfiglio