Vai al contenuto

Inter-Lecce, Arnautovic: “Ho vissuto emozioni forti”

Arnautovic Inter dietro
CONDIVIDI:
Banner Libro

L’Inter di Simone Inzaghi ieri ha battuto il Lecce di D’Aversa 2-0 con i gol di Bisseck e Barella.

Il secondo gol realizzato dal centrocampista nerazzurro è nato da uno straordinario assist di tacco servito dal compagno austriaco Marko Arnautovic. L’attaccante numero 8 ieri non è riuscito a concretizzare l’ultimo passaggio sotto porta, ma si è sempre fatto trovare pronto per aiutare i compagni, regalando a Barella l’assist per raddoppiare il risultato e chiudere definitivamente la partita.

L’assist per Barella vale come un gol

Lo stesso Arnautovic ha dichiarato che il passaggio che ha fatto sì che l’Inter raddoppiasse vale come un gol, (QUI LE PAROLE DEL GIOCATORE), infatti la reazione all’immediata rete di Nicolò Barella è stata come una liberazione. Marko, per sua stessa ammissione, non sta passando un momento facile e anche l’infortunio che l’ha tenuto fuori per 6/7 settimane non gli ha permesso di rendere nel migliore dei modi.

L’austriaco al momento permane a quota zero gol in Seria A in questa stagione e le due palle gol toppate avrebbero rischiato di rendere ancora più complicato il momento che il giocatore sta vivendo, ma l’assist stupendo di tacco che manda in gol Barella allieta la situazione, e omaggia anche un buon secondo tempo dell’attaccante nerazzurro che si rende sempre disponibile, aiuta i suoi compagni e regala assist.

Quello di ieri è un passaggio dal quale Arnautovic può ripartire per trovare la determinazione e la forza che gli serviranno nella prossima sfida contro il Genoa in programma il 29 dicembre. Con l’assenza del capitano Lautaro Martinez, Inzaghi probabilmente si affiderà ancora all’austriaco in coppia con Thuram.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Marta Bonfiglio

Marta Bonfiglio