Vai al contenuto

Inter, anche Mkhitaryan punta lo Scudetto

Pedina importante nello scacchiere di mister Simone Inzaghi e fresco di rinnovo, l’armeno Henrik Mkhitaryan ha voluto dire la sua riguardo la stagione attuale. I temi toccati dal centrocampista nerazzurro sono stati tanti, a partire dalla rincorsa a due con la Juventus, alla sua Inter fino agli obiettivi finali della stagione. Insomma, Mkhitaryan si è aperto a 360 gradi sulla grande stagione che lui e i suoi compagni di squadra stanno affrontando, elogiando tutto quello che è stato fatto finora pur sempre con l’occhio puntato verso il futuro.

Lo scontro con la Juve

Sebbene l’Inter stia ampiamente dominando il campionato a suon di prestazioni formidabili, pare che i bianconeri allenati da Massimiliano Allegri non abbiano intenzione di fermarsi. Questo, però, non sembra preoccupare il n° 22 nerazzurro, il quale confessa di non definire lo scontro con la Juve come un vero e proprio ‘duello’, bensì una normale corsa a due composta da ben 20 tappe dove ambo le parti hanno chiaro un unico obiettivo. La vittoria dello Scudetto è di fatto un’aspirazione reale anche per i bianconeri, seppur si stenti a parlarne da quelle parti. Anche qui Mkhitaryan invita a concentrarsi solo su sé stessi, cercando di dare il tutto per tutto per conquistare la seconda stella.

L’Inter attuale

Nonostante abbia perso parecchi punti fermi durante il mercato estivo, l’Inter di Inzaghi sembra esser riuscita a trovare nuovi innesti fondamentali per rimanere competitiva a tutti gli effetti. Non sempre chi fa il debutto nella ciurma riesce ad imporsi come chi ha recentemente abbandonato la nave, eppure i nuovi arrivati hanno saputo conquistarsi la fiducia di tutti tramite il lavoro, il sacrificio e le proprie qualità. L’armeno sa bene cosa significa arrivare tra lo scetticismo totale per poi sbalordire tutti e lo ha voluto ricordare anche in questa occasione. Il suo arrivo a Milano a 33 anni non era previsto e si pensava a lui come una buona alternativa, ma il centrocampista ex Roma ha mostrato a chiunque di poter essere molto di più. Uno spirito di sacrificio che il n° 22 dell’Inter consiglia anche al giovane Davide Frattesi, finito al centro di una bufera per la sua non-titolarità. Secondo Mkhitaryan, infatti, le qualità dell’ex Sassuolo sono note a tutti e il tempo saprà dargli ciò che desidera per diventare una colonna portante dei nerazzurri. Un buon augurio per il futuro dell’italiano che però sembra esser destinato a non esaudirsi nel breve termine: a testimoniarlo è il rinnovo del centrocampista armeno, che rimarrà a Milano almeno fino ai 37 anni. Proprio l’ex Roma ha sottolineato quanto la sua permanenza fosse uno dei suoi desideri e promette di mantenere le sue prestazioni ad un livello competitivo, lo stesso che appartiene all’Inter.

C’è stato spazio anche per qualche opinione su alcuni dei suoi colleghi: Mkhitaryan ha voluto sottolineare la strapotenza e le enormi qualità del tandem offensivo Lautaro-Thuram, definendoli come un duo completo su cui fare affidamento. Per non parlare anche del buon rapporto con l’allenatore piacentino: vero, sincero e quasi da amico.

Finale di Champions

Sebbene non abbia preso parte a quella partita, il dolore di una sconfitta in uno dei più grandi palcoscenici europei resta enorme. Lo ricorda anche l’armeno, che da quel momento in poi non ha avuto il coraggio di rivedere quelle scene. Ora è necessario guardare al futuro concentrandosi sulle sfide del presente: l’Atletico Madrid fa parte di queste e il n° 22 nerazzurro è pronto a viversele con la giusta determinazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Riccardo Fattorini

Riccardo Fattorini

Sono un giornalista sportivo alla ricerca di nuovi stimoli ed esperienze formative. Amo il calcio e amo poterlo raccontare in diversi modi, anche sotto il mio punto di vista.View Author posts