Vai al contenuto

Inter-nazionale, il blocco nerazzurro che piace a Spalletti

Inter-nazionale, il blocco nerazzurro che piace a Spalletti. Nonostante l’esclusione di Acerbi, per via del noto caso che lo vede coinvolto dopo il diverbio avuto con Juan Jesus nella sfida contro il Napoli, Luciano Spalletti sa di poter contare sul ‘blocco Inter’ per la sua Nazionale. Darmian, Bastoni, Dimarco, Barella e Frattesi rappresentano cinque pedine fondamentali per il tecnico di Certaldo.

Importanza ammessa apertamente in conferenza stampa dopo il successo contro l’Ecuador. Quello che da un valore aggiunto, al momento, è sopratutto la fase difensiva nerazzurra, fonte di ispirazione anche per il tecnico degli azzurri.

Spalletti: “Il blocco squadra Inter è quello dove noi andiamo a prendere più roba”

spalletti italia inter

Nel successo per 2 a 0 contro l’Ecuador c’è stata anche al firma di uno dei cinque giocatori citati in precedenza, ovvero Nicolò Barella autore di un gran gol nel finale del match e investito, per l’occasione, della fascia da capitano degli azzurri (sua prima volta in carriera). Dopo la partita, le parole di Spalletti hanno rafforzato il concetto dell’importanza data al “blocco dell’Inter“, soprattutto considerando due aspetti ritenuti fondamentali.

Il primo è dato dalla loro capacità di giocare a 3 in difesa, modulo che lo stesso tecnico della nazionale ha intenzione di impiegare nella sua esperienza in panchina al fine di mettere gli uomini a disposizione a proprio agio e tirare fuori il meglio a livello di prestazione sportiva. Il secondo è dato anche dalla capacità di adattamento di alcuni interpreti in campo, come Darmian e Dimarco, ad esempio, ma anche Di Lorenzo e Cambiaso: giocatori di fascia che sanno ricoprire più ruoli con lo stesso rendimento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Mirko Patera

Mirko Patera