Vai al contenuto

La Juventus prova lo sgarbo per Djalò

Il contratto di Tiago Djalò con il Lille scadrà il prossimo 30 giugno. Molti club si sono interessati nel corso di questi mesi alla situazione contrattuale del difensore. L’Inter è da tempo interessata al profilo del portoghese. Era stato scelto da Piero Ausilio come erede designato di Skriniar. Solo la rottura del crociato dello scorso 4 marzo ha impedito il buon esito dell’operazione. Tuttavia il club nerazzurro ha continuato i colloqui col giocatore in questi mesi. Tra Djalò e l’Inter in questo momento c’è un consolidato accordo verbale per il trasferimento a parametro zero del difensore. Tuttavia, secondo quanto riportato da SkySport, nelle ultime settimane si è aggiunta alla corsa al difensore un’avversaria indesiderata: la Juventus.

I dettagli dell’affare con la Juventus

Il Lille vorrebbe cedere il giocatore fin da subito, in modo da monetizzare da una eventuale cessione. Dal canto suo, l’Inter non ha intenzione di partecipare ad aste e soprattutto non intende sborsare soldi per il cartellino di Djalò, visto che in questa sessione di mercato è già arrivato Buchanan.

In virtù della presa di posizione dell’Inter, la Juventus ha deciso di tentare il sorpasso all’ultima curva. La Vecchia Signora invierà in questi giorni un’offerta al Lille per permettere il trasferimento del giocatore già in questa finestra di mercato. L’obiettivo è quello di regalare ad Allegri un difensore che possa rinforzare il reparto fin da subito, in modo da essere una candidata credibile fino alla fine per la lotta scudetto. I bianconeri sperano che il club francese possa spingere Djalò ad accettare la proposta bianconera. Come contromossa l’Inter in questi giorni proverà a mettere in nero su bianco l’affare, offrendo al portoghese un pre-contratto in vista di giugno.

Se a fine mercato Djalò sarà ancora di proprietà del Lille, l’approdo a Milano del difensore sarebbe cosa certa, in virtù del patto preesistente. L’Inter si affiderà al giocatore, sperando che non tradisca le promesse fatte ai dirigenti del club nerazzurro.


© Consentita la sola riproduzione parziale citando e linkando la fonte.
Luca Arcangeli

Luca Arcangeli