Vai al contenuto

Lautaro urla “Kiricocho” ed Henry sbaglia il rigore: cosa significa

Kiricocho significato. La partita tra Inter e Verona è stata una delle più “pazze” della stagione, forse quella con più montagne russe di emozioni fino ad ora. I nerazzurri passano in vantaggio e cercano disperatamente il secondo gol, poi arriva il pareggio degli scaligeri al primo pallone toccato da Thomas Henry (e al primo pallone perso da Marko Arnautovic), poi il secondo gol dell’Inter al 93esimo e poi il rigore sbagliato da Henry al 99esimo.

In tutto questo trambusto e questa altalena di emozioni, oltre ad errori arbitrali e del VAR, il momento del rigore oltre il tempo di recupero sbagliato dal Verona ci ha regalato un momento in cui calcio e scaramanzia si incontrano.

Il significato di “Kiricocho” detto da Lautaro

Al check del VAR del minuto 100 del match tra Inter e Verona, probabilmente il cuore degli interisti si è fermato. Il direttore di gara Michael Fabbri va all’on-field review e concede il rigore all’Hellas Verona, per un fallo di Matteo Darmian su Giangiacomo Magnani: sul dischetto (su cui passa anche Davide Frattesi per rendere il punto di battuta più ostico) di presenta l’autore del momentaneo 1 a 1, Henry.

Se gli occhi sono puntati su quel pallone pesante, qualche telecamera va a scrutare gli sguardi dei giocatori. Tra i molti, c’è anche quello di Lautaro Martinez. Il capitano dell’Inter – autore del primo vantaggio nerazzurro – si lascia andare alla scaramanzia: al momento della battuta del rigore veronese, l’argentino urla (stando alle immagini offerte da Dazn) “Kiricocho” e – come per magia – l’attaccante francese dell’Hellas strozza il tiro, col pallone che finisce sul palo e poi fuori. La dea bendata ha favorito i nerazzurri o quella parola detta da Lautaro ha davvero influito sull’esito?

Per gli amanti del calcio sudamericano, “Kiricocho” non è solo una parola; è anche una soluzione scaramantica da tirare fuori in momenti come questi. La storia dietro questo gesto scaramantico è molto semplice. Kiricocho era un tifoso che seguiva l’Estudiantes, la squadra de La Plata (Buenos Aires, in Argentina), e che – secondo il mito – portava sfortuna sia alla propria squadra che anche agli avversari: per gli argentini in particolare, oggi la parola “Kiricocho” è un gioco con la sorte e la scaramanzia, in grado di far sbagliare gli avversari in momenti delicati.


© Consentita la sola riproduzione parziale citando e linkando la fonte.
Samuele Amato

Samuele Amato

Classe '97, follemente addicted ai colori nerazzurri, alla musica e alla filosofia.View Author posts