Vai al contenuto

Lautaro Martinez ed il tabù “Dall’Ara” da sfatare: Bologna amara per il Toro

Dopo la vittoria casalinga col Genoa, è gia tempo di tornare in campo per l’Inter. I nerazzurri, nella 28a giornata di Serie A, affronteranno il Bologna (ore 18) in quello che già si preannuncia come un match infuocato, dato che anche la squadra allenata dalla rivelazione Thiago Motta è reduce da un filotto di partite vinte cosecutivamente (ben 6), che hanno issato la squadra rossoblu al quarto posto, in piena lotta per la qualificazione alla prossima Champions League.

La trasferta di Bologna per l’Inter ha molti significati. In primis, bisogna sfatare un tabù che vede i nerazzurri vittoriosi solo due volte nelle ultime cinque gare giocate al “Dall’Ara”. In secondo luogo, una vittoria cancellerebbe definitivamente il 28 aprile 2022, data dello sciagurato errore di Radu che costò la seconda stella e consegnò lo scudetto al Milan. C’è anche un’altra motivazione, però, che rende la partita di domani interessante.

Lautaro Martinez, primo goal al Dall’Ara cercasi

lautaro martinez lecce

Abbiamo già detto di quanto la trasferta a Bologna sia stata particolarmente complicata per l’Inter nelle ultime stagioni. C’è un giocatore in particolare, tra i nerazzurri, che non ha buoni ricordi associati alla squadra rossoblu. Stiamo parlando di Lautaro Martinez che, da quando veste nerazzurro, non è mai riuscito a segnare nel capoluogo emiliano. Una statistica abbastanza singolare per un giocatore che ha appena trovato il goal numero 102 della sua carriera in Serie A. Se spostiamo l’analisi anche alle partite in casa contro i felsinei, il “Toro” è finito nel tabellino dei marcatori solo una volta (nel 6-1 della passata stagione). Sono invece due i rigori sbagliati, uno nel 19-20 prima della rimonta targata Barrow-Juwara con gli ospiti in inferiorità numerica. L’ultimo è più recente invece, anche qui stesso copione: rigore sbagliato dal capitano e rimonta rossoblu nei tempi supplementari.

Ci vuole quindi una netta inversione di tendenza, già da domani pomeriggio, per far sì che il Dall’Ara si aggiunga alla lista degli stadi in cui il numero 10 nerazzurro ha lasciato la sua firma, aggiungendolo quindi ad impianti illustri come il Camp Nou, Anfield, Signal Iduna Park e Alianz Stadium. Ci vorrà la miglior Inter per battere questo Bologna lanciatissimo. E non esiste miglior Inter senza il miglior Lautaro. I numerosi tifosi al seguito al Dall’Ara attendono fiduciosi di poter esultare con le braccia incrociate, in caso affermativo vorrà dire che il Toro si sarà preso l’ennesimo scalpo in questa sua fantastica stagione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Fabrizio Febi

Fabrizio Febi