Vai al contenuto

Lautaro non si ferma più, contro la Juve mette nel mirino un altro record: ecco quale

Lautaro non si ferma più, contro la Juve mette nel mirino un altro record.  Siamo ufficialmente entrati nella settimana della partita più importante della stagione: il Derby d’Italia, Inter – Juventus, per la 251esima volta, una sfida non come tutte le altre. Quest’anno la partita assumerà ulteriore valore vista la situazione di classifica delle due squadre.

Al momento la Juventus con 53 punti si trova ad inseguire i nerazzurri che di punti ne hanno 54 ma con una partita in meno dato il recupero con l’Atalanta da disputare a causa della pausa Supercoppa. Diventa quindi cruciale la sfida con la Vecchia Signora per portarsi, in caso di vittoria, a +4 sui rivali bianconeri (+7  in un’eventuale vittoria nel recupero contro i bergamaschi).

Lautaro gol Verona.

I bianconeri sono reduci dall’1-1 maturato all’Allianz Stadium contro l’Empoli mentre l’Inter è reduce da una vittoria pesantissima sul campo della Fiorentina per 0-1. La partita è stata decisa ancora una volta dal capitano Lautaro Martinez, vero e proprio trascinatore dell’Inter in questa stagione. Al momento il Toro sta vivendo una stagione da record, tenendo la media di un gol a partita. Sono 19 infatti le marcature in altrettanti match disputati.

Tenendo questo passo, il record appartenente a Gonzalo Higuain e Ciro Immobile di 36 reti in un campionato non sembra essere impossibile da battere.

In caso di gol contro i bianconeri, Lautaro potrebbe mirare nelle prossime settimane a battere un piccolo record nel record. Infatti il Pipita Higuain dopo 22 giornate segnò 22 reti, Immobile fece meglio segnandone 25. Avendone giocate 19 su 21, non è un’utopia per Lautaro arrivare a quelle cifre ma ulteriori gol sono attesi dai suoi piedi se il Toro vuole fare suo il record. Quale occasione migliore di continuare a segnare se non il Derby d’Italia? Ricordiamo che già all’andata il capitano nerazzurro ha punito la Juventus, poi risultato finale del match.

L’Inter si aggrappa a lui e ai suoi gol. Gran parte della conquista dello Scudetto da parte dell’Inter passerà per i piedi del suo capitano.


© Consentita la sola riproduzione parziale citando e linkando la fonte.
Andrea Tagliabue

Andrea Tagliabue

Sono Andrea, ho 24 anni e sono tifoso dell'Inter sin dalla nascita. La passione per il giornalismo sportivo è nata quando ero piccolo e da quando ho 15 anni sogno di lavorare nel settore sportivo. Sono un assiduo consumatore di tutto ciò che è calcio e non disdegno un'occhiata agli sport americani (basket, football, baseball, hockey su ghiaccio) e gli sport motoristici.View Author posts