Vai al contenuto

Lautaro, primo scudetto da capitano

Il capitano Lautaro Martinez ha trascinato la squadra verso la conquista della seconda stella, e ora si gode il suo primo scudetto con la fascia al braccio.

La sua prima stagione come capitano dell’Inter ha segnato l’entrata di Lautaro Martinez tra i grandi cannonieri nella storia del club nerazzurro e del calcio italiano. Il Toro ha segnato 128 gol in maglia nerazzurra, superando sia Vieri sia Icardi. Inoltre, ha superato la soglia dei 100 gol in Serie A ed è vicino a conquistare per la prima volta il titolo di capocannoniere del campionato. Con 23 gol segnati finora, ha già superato il suo record personale in Serie A, 21 gol nelle stagioni 2021-22 e 2022-23, e ora mira a superare il suo record complessivo di 28 gol dell’anno scorso (è a 26).

Nonostante il digiuno che persiste dal 28 febbraio, il grande aiuto e lavoro che mette in campo per i suoi compagni è notevole. Dal suo arrivo all’Inter nel 2018, Lautaro è cresciuto tantissimo e se 111 milioni era clausola fissata per non farselo portare via tempo fa, ora quello potrebbe essere il vero prezzo. Il 26enne è già a quota due scudetti con la maglia nerazzurra, è vincitore di due Coppe Italia e di tre Supercoppe italiane più i trofei con la sua nazionale argentina.

Il primo scudetto da capitano

Lautaro Inter capitano

In occasione Inter-Lazio sarà proprio Lautaro ad alzare il trofeo nazionale, il sogno di tutti i calciatori. Uno scudetto tanto desiderato che rimarrà impresso nella storia nerazzurra, soprattutto per come è stato vinto e quando è stato messo il sigillo. In questa stagione Lautaro di gol ne ha fatti molti, quasi tutti “pesanti”, in Serie A è stato un trascinatore, e come riporta la Gazzetta dello Sport: “Non ha sentito il “tradimento” di quel Lukaku con il quale aveva un ottimo feeling. Anzi, tatticamente con Thuram forse si è trovato ancora meglio”.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Marta Bonfiglio

Marta Bonfiglio