Vai al contenuto

Lautaro al Psg? L’Inter avrebbe già individuato il sostituto

Lautaro al Psg? È fresca la notizia di Mbappe al Real Madrid a fine stagione. Il francese ha comunicato ai parigini l’intenzione di firmare con il club spagnolo per la prossima stagione. Inevitabilmente parigini orfani del loro campione inizieranno una caccia all’uomo tra le più prestigiose squadre europee per portare in Francia un pezzo pregiato che possa sostituirlo.

Ecco quindi che sarebbe già iniziato il casting su chi potrebbe sostituire Mbappe al Psg. Secondo i rumors i parigini potrebbero far spesa in Italia e avrebbero messo nel mirino Lautaro Martinez, Osimhen e Rafael Leao. Una notizia che sta facendo preoccupare i tifosi nerazzurri.

Fatta eccezione per Hakimi, il cui trasferimento a Parigi è stato quasi “forzato”, Icardi e Skriniar, hanno preso il volo per Parigi finendo poi per essere solo altri due nomi sulle pagine che raccontano le storie di chi ha tradito l’Inter. La speranza che hanno i tifosi nerazzurri è che con Lautaro le cose possano andare diversamente.

Il Toro di Bahia Blanca da tempo sta trattando con l’Inter un rinnovo da 8 milioni annui che, al di là delle cifre, soddisfa non solo il giocatore, che a più riprese ha chiesto ai tifosi nerazzurri di stare tranquilli perché all’Inter è felice, ma anche la sua famiglia, che a Milano ha messo solide radici. L’annuncio del rinnovo che tarda ad arrivare (doveva essere nella calza della Befana, ma gli interisti non l’hanno visto nemmeno nella scatola di cioccolatini per San Valentino, ndr) potrebbe essere il primo campanello d’allarme per uno scenario a cui nessuno che graviti intorno all’ambiente nerazzurro vorrebbe pensare.

Lautaro ha sempre avuto occhi solo per l’Inter, lo dice anche il suo procuratore, e anche se 4 anni fa l’interesse del Barcellona era concreto e il Toro con prestazioni altalenanti aveva mostrato di soffrire queste voci insistenti che lo vedevano lontano da Milano, con la vittoria prima dello Scudetto con Conte e poi le lacrime sotto la Nord il giorno di Inter-Sampdoria, quando a vincere lo scudetto furono i cugini rossoneri, il legame d’amore con l’Inter si è suggellato. Lautaro è diventato capitano, leader assoluto in campo e nello spogliatoio e il suo comportamento severo verso ex compagni che hanno prima sposato e poi tradito la causa della Milano neroblu lo ha reso il giocatore in cui tutta la tifoseria si rispecchia.

In questo calcio sempre più cinico e materialista, c’è pochissimo spazio per le bandiere ormai, anche se i tifosi, quando sentono il cuore battere forte per qualcuno, sperano sempre di potersi fidare. Lautaro Martinez ha dimostrato finora di amare l’Inter e di voler proseguire la sua vita e la sua carriera a Milano e, anche se il rinnovo non è ancora stato ufficializzato, la fiducia che si possa fare è ai massimi livelli. Ma se le vie del mercato sono davvero infinite, e se Lautaro andasse al Psg, chi potrebbe sostituirlo? L’Inter avrebbe un tesoretto da almeno 100-110 milioni da investire sul mercato, frutto della cessione dell’argentino. Sul taccuino ci sono quattro nomi. Eccoli.

Lautaro al Psg? Ecco i possibili sostituti

Zirkzee, Toney, Rodrygo, Alvarez

Se si verificasse il trasferimento a Parigi, l’Inter sarebbe costretta a cercare un sostituto e rimpiazzare Lautaro non sarebbe certo semplice. Incassando i 100 milioni che la rosea dice sarebbero necessari per far cambiare casacca al Toro, la società di Viale della Liberazione potrebbe scegliere per un investimento a basso costo, scommettendo su Joshua Zirkzee, che il Bologna valuta intorno ai 30/35 milioni di euro. Il talento olandese cresciuto nel Bayern Monaco si sta prendendo sempre più spazio in serie A e, grazie ai suoi gol, il Bologna è in zona Europa. Nato nel 2001, l’attaccante rivelazione del campionato italiano, potrebbe rappresentare una scommessa, come a suo tempo, seppur in diverse circostanze, fu Lautaro.

Se invece l’Inter volesse puntare sul sicuro, potrebbe bussare alla porta del Real Madrid e chiedere Rodrygo. Con l’arrivo di Mbappe, l’attaccante che fino a qui in Spagna ha collezionato 8 gol e 4 assist, avrebbe molto meno spazio, nonostante tra le sue caratteristiche abbia la capacità di giocare su entrambe le fasce oltre che come punta centrale. Il cartellino del giocatore vale 100 milioni di euro, per cui l’Inter investirebbe tutto il tesoretto ottenuto dalla cessione di Lautaro.

Altri due profili da attenzionare si trovano in Premier League. Il primo è quello di Julian Alvarez, seconda punta argentina del Manchester City che in 23 giornate di campionato ha registrato 8 gol e 7 assist. Gli inglesi lo valutano intorno ai 90 milioni di euro, ma sotto il profilo tecnico è quello che più assomiglia a Lautaro. Tiro potente, dribbling, velocità e ottime capacità realizzative oltre che uomo-assist, l’argentino è stato più volte paragonato a Sergio Aguero e le sue qualità di gioco raffinate lo hanno protagonista della corsa all’oro mondiale dell’Argentina.

L’ultimo profilo è quello di Ivan Toney, punta centrale del Brentford che quest’anno non sta certo vivendo una stagione indimenticabile, a causa anche degli 8 mesi di squalifica che ha dovuto scontare da maggio 2023 per una serie di comportamenti scorretti legati al calcioscommesse. In 4 partite giocate, però, ha segnato 3 gol ed è conosciuto soprattutto per essere un’eccellente rigorista: su 27 rigori calciati in tutta la sua carriera, ne ha fallito uno soltanto.

La speranza è che Lautaro resti a Milano per molto tempo ancora, perché il ciclo vincente che i nerazzurri stanno vivendo ha bisogno di lui per essere portato avanti nel tempo, perché i bambini hanno diritto di credere ad una nuova bandiera nerazzurra e perché Lautaro ha ancora molto da dare agli interisti, così come gli interisti hanno ancora molto da dare a lui. Il terremoto e la reazione a catena che si scateneranno con il trasferimento di Mbappe, però, saranno inevitabili e sarà doveroso farsi trovare pronti ad affrontarlo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Alessia Lazzaroni

Alessia Lazzaroni