Vai al contenuto

Lautaro: “Voglio portare l’Inter in cima al mondo. E sulle parole di Marotta…”

lautaro martinez lecce
CONDIVIDI:
Banner Libro

Lautaro, alla consegna dell’Ambrogino d’oro ha dichiarato gli obiettivi per i prossimi anni.

La premiazione a Palazzo Marino ha donato all’Inter il prestigioso premio dell’Ambrogino d’oro, riservato alle personalità milanesi che si sono distinte nel corso dell’anno. L’Inter, in qualità di Campione d’Italia e rappresentante di Milano, ha ricevuto questa mattina il premio dal sindaco Beppe Sala, tra l’altro, grande sostenitore dei nerazzurri.

A prendere parola durante la premiazione sono stati i massimi esponenti del mondo Inter attuale: Simone Inzaghi e Beppe Marotta. Oltre alle loro parole, è intervenuto anche il capitano della squadra, Lautaro Martinez.

Il giovane argentino, capocannoniere della Serie A con 24 marcature, ha fatto le seguenti dichiarazioni: “Voglio ringraziare il sindaco, è davvero un onore per noi ricevere questo premio. Devo ringraziare i nostri tifosi che ci hanno sostenuto tutta la stagione e grazie anche a chi lavora con noi durante la settimana. Come ha detto Marotta, la strada da seguire è sempre questa e dobbiamo alzare l’asticella per rimanere al top. Cercheremo di portare l’Inter sul tetto del mondo.”

Il tetto del mondo. Un concetto che ronza nella testa della squadra da un po’ di tempo. Da qualche stagione l’Inter è tornata ai vertici del calcio europeo e mondiale. Un percorso iniziato da Luciano Spalletti che riportò l’Inter nell’Europa dei grandi nel 2018 dopo sette anni. Da quel momento il rendimento della squadra è andata sempre di più in crescendo, con lo scudetto numero 19 conquistato dall’Inter nella stagione 2020-2021 con Antonio Conte in panchina.

Dall’arrivo di Simone Inzaghi, nel 2021, il ritorno tra le grandi d’Europa è stato ufficialmente completato. Sotto la guida del tecnico piacentino, l’Inter ha conquistato sei trofei in tre anni, due coppe Italia e tre Supercoppe italiane consecutive, oltre allo scudetto di questa stagione. In aggiunta a tutti i trofei sono stai conquistati anche molte qualificazioni alla fase ad eliminazione diretta della Champions League. L’impresa più grande è stata sfiorata la scorsa stagione con l’Inter che ha raggiunto la finale di UEFA Champions League dopo 13 anni, poi persa 1-0 contro il Manchester City di Pep Guardiola, pur disputando una partita ottima.

Ora l’obiettivo del club è tornare a fare la voce grossa in Europa e nel mondo. La Champions ora sembra un obiettivo alla portata dei nerazzurri e la qualificazione al Mondiale per Club 2025 può riportare il club nerazzurro in cima alla piramide calcistica mondiale. Le parole di Lautaro sono sicuramente molto ottimiste, ma l’obiettivo, con un paio di aggiustamenti sul mercato e risolta la situazione societaria, potrebbe non essere così impossibile da raggiungere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Andrea Tagliabue

Andrea Tagliabue

Sono Andrea, ho 24 anni e sono tifoso dell'Inter sin dalla nascita. La passione per il giornalismo sportivo è nata quando ero piccolo e da quando ho 15 anni sogno di lavorare nel settore sportivo. Sono un assiduo consumatore di tutto ciò che è calcio e non disdegno un'occhiata agli sport americani (basket, football, baseball, hockey su ghiaccio) e gli sport motoristici.View Author posts