Vai al contenuto

Lazio, nervi tesi tra Sarri e i giocatori

Momento delicatissimo in casa Lazio: la sconfitta netta contro l’Atalanta per 3-1 potrebbe lasciare conseguenze pesanti per i giocatori allenati da Maurizio Sarri. Il tecnico dei biancocelesti è stato protagonista di un duro confronto con la sua squadra, che potrebbe alimentare i dubbi sulla permanenza dell’allenatore anche nella prossima stagione. Ecco cosa è successo il giorno dopo la partita contro l’Atalanta.

Scontro tra Sarri e la squadra

Secondo quanto scrive Il Corriere dello Sport, c’è stato un acceso confronto ieri tra l’allenatore della Lazio e la sua squadra. I biancocelesti non stanno vivendo il loro miglior momento: a partire dalla netta sconfitta in Supercoppa Italiana contro l’Inter per 3-0, la Lazio ha poi pareggiato contro il Napoli e perso domenica contro l’Atalanta.

lazio atalanta pasalic

Attualmente sono noni in classifica con 34 punti, con la zona Champions League distante solo cinque punti. Situazione però decisamente diversa rispetto alla passata stagione, con i biancocelesti che chiusero il campionato al secondo posto.

Il momento però è delicato, come testimoniato da ciò che ha detto Sarri alla squadra, affermando che se il problema della squadra sia lui, i giocatori devono andare dal presidente Lotito a parlarne. Una frase significativa, e che potrebbe minare il futuro del tecnico toscano: Sarri ha un contratto con la Lazio fino al 2025, ma gli scarsi risultati di questa stagione e l’insoddisfazione verso le ultime sessioni di calciomercato stanno alimentando i dubbi sulla permanenza dell’allenatore ex Napoli.

Non è un mistero che Sarri non abbia apprezzato le due ultime finestre di calciomercato, con il tecnico che si aspettava un salto di qualità nella rosa, e che è stato anche motivo dello scontro con il presidente Claudio Lotito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Emanuele Di Vitto

Emanuele Di Vitto