Vai al contenuto

L’Inter è Lautaro-dipendente? I numeri dicono altro…

Il pareggio di ieri contro il Genoa ha alimentato i dubbi sul reparto offensivo nerazzurro: nonostante il gol del vantaggio della squadra di Inzaghi sia stato segnato da Marko Arnautovic, l’Inter ha faticato nel creare chiare occasioni da gol, con Thuram impalpabile. La causa più naturale di una partita offensiva sottotono viene ricondotta subito all’assenza di Lautaro Martinez, capocannoniere della Serie A con 15 gol, ed assente ieri a Genoa e nel match di settimana scorsa vinto dai nerazzurri contro il Lecce. Può essere lecito parlare di un Inter dipendente da Lautaro? Le statistiche delle ultime stagioni dicono altro.

Lautaro stakanovista: solo 10 partite saltate negli ultimi 5 anni

L’infortunio dell’attaccante argentino è sicuramente una tegola pesante per i nerazzurri, nonostante ora Simone Inzaghi possa contare, oltre che su Thuram, anche su Arnautovic e Sanchez per l’attacco. Lautaro ha saltato le ultime due partite di Serie A, quella vinta dall’Inter contro il Lecce e quella di ieri sera pareggiata contro il Genoa, frutto di una prestazione decisamente sottotono. Molti hanno iniziato a parlare di una dipendenza dell’Inter da Lautaro, ed è normale visto che stiamo parlando del capocannoniere della Serie A e di uno dei migliori attaccanti in Europa.

I numeri però dicono che l’Inter non è dipendente da Lautaro, e che i risultati non risentono, al momento, dell’assenza dell’argentino: come detto, in questa stagione i nerazzurri hanno dovuto fare a meno del proprio capitano negli ultimi due match, dove sono stati ottenuti ben 4 punti.

Nella scorsa stagione, così come quella dello Scudetto nel 2021, l’argentino non ha mai saltato una partita per infortunio, mettendo in mostra una grande tenuta fisica, nonostante abbia anche ammesso di aver avuto non pochi problemi fisici che ha dovuto sopportare.

Come riporta SkySport, Lautaro Martinez ha saltato tre partite nel 2021-22, e i nerazzurri hanno vinto tutti e tre i match, mentre nel 2019-20, con Antonio Conte in panchina, l’argentino ha dovuto saltare cinque partite, tra infortuni e squalifiche, ma i nerazzurri vinsero anche in quel caso tutti i match.

Diversa la situazione nella stagione 2018-19, nell’ultimo anno di Spalletti in nerazzurro ma alla prima annata di Lautaro, che saltò ben 15 partite, e l’Inter ottenne nove successi, un pareggio e cinque sconfitte. Pertanto, l’ultima sconfitta dei nerazzurri senza l’argentino risale al 31 marzo 2019, nel match casalingo di Serie A contro la Lazio, vinto dai biancocelesti con un gol di Milinkovic Savic.


© Consentita la sola riproduzione parziale citando e linkando la fonte.
Emanuele Di Vitto

Emanuele Di Vitto