Vai al contenuto

Marotta glissa su Rabiot. Un tifoso gli chiede di tornare alla Juve: ecco la sua risposta

Nella sede del CONI di Roma è andata in scena l’assemblea della Lega Serie A, a cui ha presenziato anche Beppe Marotta, che all’uscita ha parlato ai presenti.

È andata oggi in scena l’assemblea della Lega di Serie A nella sede del CONI a Roma. Tra i presenti c’era anche Beppe Marotta a rappresentare l’Inter. L’amministratore delegato del club di Viale della Liberazione, al momento dell’uscita dalla struttura, è stato intercettato dai giornalisti e dai tifosi presenti. Il dirigente ex Juventus ha risposto ad alcune domande ed ha preferito rimanere in silenzio ad altre. Ecco quanto si è lasciato scappare di bocca.

È stato chiesto a Beppe Marotta un proprio commento riguardo la proposta dell’inserimento di un’authority indipendente da parte del governo, nella figura del ministro dello sport Andrea Abodi, per controllare in modo migliore i bilanci dei club. Non ha voluto esporsi più di tanto. L’amministratore delegato del club nerazzurro ha preferito bypassare la questione limitandosi ad un “Abbiamo discusso di tutto”.

Un giornalista presente gli ha chiesto le proprie sensazioni riguardo l’incontro appena andato in scena e della propria posizione nei confronti di Lorenzo Casini. Nei giorni scorsi era girata la notizia di una lettera di sfiducia da parte di Inter, Juventus, Milan e Roma nei confronti dell’attuale presidente della Lega di Serie A. Marotta ha smentito quanto emerso: “È stato un incontro positivo, sono contento. La fiducia a Casini non è mai stata in discussione”.

Fuori dalla sede del CONI erano presenti diversi tifosi della Juventus, in città in attesa della finale di Coppa Italia tra Juventus e Atalanta di stasera. Uno di questi ha chiesto a Beppe Marotta di tornare al club bianconero. Non è arrivato il rifiuto del dirigente, che si limitato ad un “Eh…”. Infine un tifoso gli ha domandato della veridicità di un interesse dell’Inter nei confronti di Adrien Rabiot. L’amministratore delegato del club nerazzurro è rimasto in silenzio, sfrecciando via in macchina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Luca Arcangeli

Luca Arcangeli