Vai al contenuto

Marotta ospite a Marassi per Sampdoria-Bari. Per guardare chi?

Nella serata di ieri, martedì 26 dicembre, Beppe Marotta era presente sugli spalti di Marassi per assistere al match del boxing day di Serie B tra Sampdoria e Bari. È stato un ritorno a casa, l’attuale amministratore delegato dell’Inter infatti è stato un dirigente dei blucerchiati dal 2002 fino al 2010, anno del suo approdo alla Juventus. La verità è che risulta difficile pensare che si sia trattata di una semplice visita di cortesia. In campo erano presenti ben due giocatori di proprietà dell’Inter, cioè Sebastiano Esposito e Filip Stankovic, e chissà che non possa essere stato il pretesto per far nascere qualche nuovo intrigo di mercato. Magari Agoumè potrebbe trovarsi a percorrere la strada da Milano verso Genova. Infatti il giocatore, in uscita dall’Inter, era già stato richiesto dai blucerchiati la scorsa estate.

Come sono andati i “nerazzurri” in campo

La partita tra Sampdoria e Bari è terminata sul punteggio di 1-1. Un pareggio che non fa comodo a nessuna delle due e che allontana i blucerchiati dalla zona playoff. Le prestazioni offerte da Filip Stankovic e da Sebastiano Esposito sono state positive. Il portiere si è distinto con una parata di pregevole fattura, grazie alla quale è riuscito ad alzare il pallone sopra la traversa, conservando l’allora 0-0. Sul goal subito risulta decisamente incolpevole, visto che è stato colpito in una situazione di uno contro uno in seguito ad un errore difensivo dei suoi.

La prestazione di Sebastiano Esposito è stata (ancora una volta) strepitosa. È l’uomo in più di questa Sampdoria ed è stato proprio un suo goal nei minuti di recupero a fissare il risultato sull’1-1 finale. Oltre al goal, ha messo a segno tanti tiri, sfiorando la porta in due occasioni e colpendo la traversa direttamente da calcio di punizione. In ogni occasione è lui a far partire il pressing in fase di non possesso e nei momenti di difficoltà i propri compagni gli affidano il pallone, sperando che possa inventarsi da un momento all’altro una delle sue magie. Salvo imprevisti il prossimo anno giocherà in Serie A e chissà che non possa farlo proprio all’Inter, che dovrà sostituire Alexis Sanchez in vista della prossima stagione.


© Consentita la sola riproduzione parziale citando e linkando la fonte.
Luca Arcangeli

Luca Arcangeli