Vai al contenuto

Amico di Inzaghi, allievo di Sarri. Chi è Massimiliano Farris

Massimiliano Farris è l’uomo su cui l’Inter punta per la trasferta di sabato in casa della Roma, nella lunga strada che ancora manca da percorrere per arrivare al traguardo scudetto. Cuore nerazzurro con l’interismo nel proprio DNA, il secondo di Simone Inzaghi prenderà momentaneamente il posto del tecnico piacentino squalificato sulla panchina dell’Inter.

L’intesa tra Simone Inzaghi e Massimiliano Farris è palpabile, quasi telepatica, dopo anni di collaborazione e vittorie. Durante le partite, poche parole bastano tra loro per prendere decisioni cruciali che possono cambiare il destino del match. La squalifica di Inzaghi non dovrebbe preoccupare i tifosi dell’Inter, poiché la loro è una sinergia forte, da amici, nata nel lontano 2004 a Rimini, in occasione delle finali nazionali Primavera e che, dal primo incarico di Farris come assistente della fase difensiva, li ha portati a costruire uno staff che ha permesso alle squadre di Inzaghi di conquistare prestigio e trofei. Farris, interista devoto fin dall’infanzia grazie al padre che lo portava a San Siro, ha realizzato il suo sogno nel 2021, unendosi al club del suo cuore come membro dello staff.

Questa passione si traduce in un impegno totale nel preparare la squadra, trascorrendo ore a studiare gli avversari e a pianificare strategie dettagliate. La sua dedizione viene ricompensata quando le azioni preparate si trasformano in gol, come testimonia l’esultanza dopo il derby contro la Roma. Farris, con il gesto delle cinque dita per indicare i gol e le vittorie consecutive, incarna l’orgoglio e la passione dell’interismo. Inzaghi e Farris, una coppia vincente, rappresentano l’anima e il cuore dell’Inter, dando speranza ai tifosi per il futuro del club.

inzaghi-farris

Dal campo alla panchina

Massimiliano Farris, classe 1971, ha vissuto una carriera da giocatore tra Serie B, C e Dilettanti, predominando come terzino sinistro e successivamente come centrale difensivo. Il suo percorso inizia nella Pro Vercelli e prosegue in numerose squadre tra cui il Torino, dove debutta in Serie A. Ma è l’incontro con Maurizio Sarri alla Sangiovannese che segna una svolta. Affascinato dal metodo tattico del tecnico, Farris decide di intraprendere la carriera da allenatore. Questo amore per l’aspetto tattico del calcio lo ha portato a una nuova fase della sua carriera, dalla Serie D alla collaborazione con l’amico Simone Inzaghi, formando una partnership di successo che ha lasciato il segno.

I precedenti

Con Farris in panchina, l’Inter ha mostrato di non soffrire la mancanza del proprio condottiero, ottenendo risultati positivi. L’esordio del vice di Simone Inzaghi è datato 27 ottobre 2021, nella trasferta di Empoli con la formazione nerazzurra che sconfigge la compagine toscana con un netto 2-0, grazie alle reti di D’ambrosio e Dimarco. Ancora una volta, il 12 febbraio 2022, Farris è in panchina nel pareggio per 1-1 a Napoli. L’ultima apparizione dell’allenatore in seconda nerazzurro avviene il 26 ottobre 2022, nella quinta giornata del gruppo C di Champions League: l’Inter blinda la qualificazione agli ottavi mostrando tutto il proprio valore con una vittoria schiacciante per4-0 contro il Viktoria Plzen, mettendo le basi per il raggiungimento della finale di Istanbul. Questi risultati confermano la costanza e la competitività dell’Inter sotto la guida di Farris e che Simone Inzaghi può contare su un collaboratore valido e d’esperienza.


© Consentita la sola riproduzione parziale citando e linkando la fonte.
Gianmarco Vella

Gianmarco Vella