Vai al contenuto

Mediaset, addio Champions: “Calcio sport da pay-tv”

champions league 24-25
CONDIVIDI:
Banner Libro

Mediaset Champions League. La notizia era nell’aria da qualche mese ed ora è arrivata direttamente la conferma: Mediaset non trasmetterà in chiaro la prossima Champions League. L’emittente con sede a Cologno Monzese abbandona quindi la trasmissione della competizione dopo 5 stagioni in cui aveva trasmesso, in chiaro, la migliore partita del martedì e la finale. La conferma è arrivata direttamente da Piersilvio Berlusconi, presidente del Biscione. Mediaset, dalla prossima stagione, smetterà di trasmettere anche le partite a pagamento sulla piattaforma Infinity+.

Piersilvio: “Scelta dolorosa, ma il calcio è uno sport da pay-tv”

Ecco le parole di Piersilvio Berlusconi sulla scelta di Mediaset: “Una scelta sicuramente dolorosa, dato che perderemo tra il mezzo e un punto di share per ogni partita. Ad oggi però posso dire che il calcio è uno sport da pay-tv, dato che costa tantissimi soldi acquisire i diritti delle varie competizioni. Oggi le emittenti a pagamento riescono a fare abbonati solo con i grandi eventi. Pagare tanto, secondo la nostra mentalità, è simbolo di debolezza e non in linea con la nostra vision aziendale. Siamo ben felici di poter mantenere i diritti della Coppa Italia e della Supercoppa italiana fino al 2027. Se in futuro si presenteranno occasioni siamo pronti ad acquisire pezzi di competizioni, ma ad oggi la Champions è di Sky e Amazon“.

Resta quindi da chiedersi chi trasmetterà, dall’anno prossimo, la nuova Champions League in chiaro. Ad oggi, l’ipotesi più probabile è quella di TV8 (appartenente a Sky Italia), che potrebbe trasmettere un match a settimana e la finale di Monaco di Baviera. Come sempre, in caso di squadre italiane impegnate dalle semifinali in poi, le partite saranno tutte trasmesse in chiaro come da delibera AgCom.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Fabrizio Febi

Fabrizio Febi