Vai al contenuto

Milan-Inter del 2008: quando Ancelotti rovinò la festa scudetto all’Inter

Il derby si avvicina e il Milan deve impedire il successo del tricolore interista nel derby. Nel 2008 successe una situazione simile, con Ancelotti in panchina.

Il Derby si avvicina e la tensione comincia a salire. Ai nerazzurri basta una vittoria per aggiudicarsi la vittoria dello scudetto numero venti, ai rossoneri invece è rimasto il solo obiettivo di rimandare la festa il più in là possibile. Un pareggio o una vittoria del Milan questa sera rovinerebbe in parte la festa scudetto dei nerazzurri che ieri, ad Appiano Gentile, sono stati accolti da migliaia di tifosi che chiedevano a gran voce la vittoria nella stracittadina per realizzare qualcosa di storico.

Non sarebbe la prima volta che il Milan rovina la festa scudetto dei cugini interisti. Successe ben sedici anni fa, quando sulla panchina dei rossoneri sedeva ancora Carlo Ancelotti.

Lo scudetto rimandato nel 2007-2008: la vittoria rossonera nel derby

All’epoca l’Inter di Roberto Mancini si trovava prima a +3 sulla Roma seconda e con una vittoria nel derby, alla 36ª giornata avrebbe potuto rappresentare il colpo di grazia visto anche il vantaggio negli scontri diretti sui capitolini. Il Milan invece puntava ai preliminari di Champions, in un testa a testa con la Fiorentina di Cesare Prandelli.

In occasione di quel derby il Milan rovinò la festa scudetto preparata dai nerazzurri vincendo 2-1 con i gol di Kakà e Inzaghi nei primi minuti della ripresa. A nulla servì il gol della bandiera di Cruz a 15′ dalla fine. Lo scudetto arrivò comunque ma l’Inter dovette faticare non poco, fino all’ultima giornata quando Ibra con la sua doppietta al Parma mandò in paradiso l’Inter e il Parma in Serie B. Il Milan invece arrivò quinto, fuori dalla zona Champions.

Ora lo scenario è simile e la palla passa in mano a Stefano Pioli. Riuscirà l’allenatore a rimandare la festa scudetto o i nerazzurri trionferanno contro i rivali di una vita? Lo scopriremo dopo il calcio d’inizio alle 20:45.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Andrea Tagliabue

Andrea Tagliabue

Sono Andrea, ho 24 anni e sono tifoso dell'Inter sin dalla nascita. La passione per il giornalismo sportivo è nata quando ero piccolo e da quando ho 15 anni sogno di lavorare nel settore sportivo. Sono un assiduo consumatore di tutto ciò che è calcio e non disdegno un'occhiata agli sport americani (basket, football, baseball, hockey su ghiaccio) e gli sport motoristici.View Author posts