Vai al contenuto

Milik inguaia Allegri: bianconeri a San Siro con soli due attaccanti

La Juventus spreca una grande opportunità per allungare in testa alla classifica e, soprattutto, per mettere ancora più pressione all’Inter, impegnata alle 20:45 contro la Fiorentina. Nel match casalingo contro l’Empoli i bianconeri non sono riusciti ad andare oltre l’1-1. A condizionare, negativamente, la gara degli uomini di Allegri è stata l’espulsione di Arkadiusz Milik, avvenuta al 17′ minuto del primo tempo. Il centravanti polacco, contestato duramente dai suoi tifosi sui social, ha già chiesto pubblicamente scusa ma, commettendo un errore simile, ha creato un grosso problema al suo allenatore per la supersfida di Milano contro l’Inter, in programma il 4 febbraio alle 20:45.

Milik inguaia Allegri: per la Juve c’è un rebus in attacco

A causa della squalifica di Milik, Allegri dovrà rinunciare ad una delle sue principali risorse in attacco.

Per la gara contro l’Inter, decisiva per la lotta scudetto, il tecnico livornese dovrà fare i conti con una grossa emergenza in attacco. A causa della cessione di Moise Kean all’Atletico Madrid e delle condizioni fisiche, ancora deficitarie, di Federico Chiesa, la Juventus rischia di presentarsi a San Siro con soltanto due attaccanti: Dusan Vlahovic e Kenan Yildiz. Tutto ciò naturalmente rappresenta un grosso problema soprattutto a livello tattico. Per evitare che tutto ciò avvenga, l’obiettivo dello staff di Allegri resta quello di recuperare Chiesa, il quale farà di tutto per esserci.


© Consentita la sola riproduzione parziale citando e linkando la fonte.
Simone Ambroso

Simone Ambroso