Vai al contenuto

Acerbi assolto, la moglie festeggia brindando agli haters: “Cin Cin”

Moglie Acerbi. Da giorni ormai non si parlava d’altro e adesso finalmente è arrivata la sentenza definitiva: Francesco Acerbi non dovrà scontare alcuna giornata di squalifica. Il centrale dell’Inter era stato accusato di essersi rivolto con alcuni epiteti razzisti verso Juan Jesus nell’ultimo turno di campionato che vedeva i nerazzurri impegnati contro il Napoli.

È sicuramente un’enorme liberazione per il numero 15 dell’Inter, che probabilmente in questi giorni ha visto passare davanti a sé la propria carriera. Nel caso in cui l’accusa fosse stata confermata, sarebbe stato quasi certo un suo addio all’Inter e alla Nazionale. Chiaramente la notizia è stata accolta con grande gioia anche da tutta la famiglia Acerbi e in particolare dalla moglie del giocatore, cioè Claudia Scarpari, che ha voluto condividere la sua felicità su Instagram, togliendosi anche qualche sassolino dalle scarpe.

Moglie Acerbi: un brindisi agli haters

acerbi con moglie

Claudia Scarpari ha condiviso con i propri followers un suo selfie su Instagram per reagire alla notizia. Nella foto è presente la moglie del giocatore con in mano un bicchiere pieno per festeggiare. All’immagine ha aggiunto una didascalia in cui propone un brindisi particolare. Lo dedica infatti “A chi insulta i familiari. A chi minaccia la vita dei figli. Ai leoni da tastiera. A chi ha sommerso di insulti me e i miei figli per giorni interi”. Infine lancia un messaggio a queste persone “Cin cin. Ne avete bisogno“. Una piccola ma grande rivincita per la moglie del giocatore, che sicuramente oltre alla tensione dovuta all’attesa della sentenza ha persino temuto per l’incolumità della propria famiglia.

Il riferimento è chiaro. In questi giorni i social di Acerbi sono stati invasi dagli haters che, affrettando un po’ troppo il giudizio, hanno fin da subito giudicato il difensore come colpevole, andando troppo in là con le parole. Adesso, con la mancata squalifica, il peggio sembra essere passato per la famiglia Acerbi. Ciò che è certo è che questa vicenda non sarà dimenticata facilmente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Luca Arcangeli

Luca Arcangeli