Vai al contenuto

Moviola Bologna-Inter: Pairetto, evitata una gaffe clamorosa

Moviola Bologna – Inter. La vittoria dell’Inter maturata sul campo del Bologna per 0-1 è un segnale di forza da parte dei nerazzurri, che anche soffrendo riescono a portarsi a casa i tre punti e diventano sempre più padroni del campionato. Una buona prestazione non solo dei 22 scesi in campo però. Infatti anche l’arbitro della gara Pairetto è stato autore di una buona gara.

Il Corriere dello Sport, tra le pagine dell’edizione odierna, fa la moviola della partita di ieri sera. La partita di Pairetto viene valutata con un solido 6,5. Un voto nel complesso positivo giunto in un momento non roseo per la classe arbitrale, ma comunque macchiato da due piccole imprecisioni: la prima è la decisione di voler ammonire Bisseck dopo il gol e la seconda la mala gestione dei minuti di recupero.

Bologna-Inter: la moviola

Luca Pairetto Arbitro

Sono 29 i falli fischiati durante la partita di ieri,  solo 3 i cartellini gialli estratti, una gestione corretta senza voler strafare. L’intervento di Odgaard su Carlos Augusto è ruvido e un po’ rischioso ma l’attaccante danese tocca prima il pallone, giusto non fischiare nulla.

Il contrasto Darmian – Saelemaekers in area di rigore interista è classificabile come scontro di gioco ed è giusto non fischiare rigore. Stessa cosa tra la spallata tra Dumfries e Kristiansen: giusto lasciar correre.

Bisseck dopo il gol esulta mimando un tiro di un giocatore di pallacanestro, davanti all’assistente di linea Giallatini. Pairetto vorrebbe ammonirlo ma un intervento dei compagni di squadra del tedesco e dello stesso guardalinee evitano una gaffe importante. Infine, cattiva gestione del recupero a fine partita. Nonostante l’arbitro avesse segnalato che si sarebbe recuperato il tempo perso, nei minuti finali si è giocato davvero poco. La partita si sarebbe dovuta chiudere al 97’25” dopo i due minuti addizionali, poi ne è stato aggiunto uno per l’infortunio di Arnautovic. Il gioco riprende al 95’53” e il fischio finale arriva al 96’48”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Andrea Tagliabue

Andrea Tagliabue

Sono Andrea, ho 24 anni e sono tifoso dell'Inter sin dalla nascita. La passione per il giornalismo sportivo è nata quando ero piccolo e da quando ho 15 anni sogno di lavorare nel settore sportivo. Sono un assiduo consumatore di tutto ciò che è calcio e non disdegno un'occhiata agli sport americani (basket, football, baseball, hockey su ghiaccio) e gli sport motoristici.View Author posts