Vai al contenuto

Oaktree cederà subito l’Inter? Le possibili tempistiche

Oaktree Inter Prestito
CONDIVIDI:
Banner Libro

In caso di passaggio al fondo lo scenario di una rivendita diventa sempre più probabile ma non è detto avvenga in tempi brevi.

La domanda che sorge legittima in queste ore di turbolenza societaria riguarda le intenzioni del fondo californiano nei confronti dell’Inter.

Una volta assodato che all’interno della società, la squadra, la dirigenza e l’allenatore hanno altissime probabilità di essere confermati viene da chiedersi nel lungo periodo quale possano essere gli obiettivi del fondo.

Si è sempre parlato di Oaktree come un fondo non interessato a investimenti nello sport e dunque pronto a rivendere l’Inter al miglior acquirente una volta riscosso il pegno.

La situazione potrebbe essere cambiata leggermente in quanto non sembra esserci fretta nel trovare acquirenti.

Come riporta Tuttosport, gli americani si sono dati come orizzonte temporale di 3-5 anni prima di vendere il club.

Questo non significa ovviamente che la vendita possa avvenire prima: se dovesse presentarsi un soggetto interessato con una proposta adeguata, la trattativa potrebbe risolversi in breve tempo.

La cifra richiesta dal fondo sarà molto simile alla stessa che veniva chiesta da Steven Zhang: non meno di 1,2 miliardi di euro.

Fino a questo momento offerte serie non ce ne sono state, anche se possiamo registrare degli interessamenti da parte della famiglia reale saudita.

La situazione finanziaria del club in miglioramento, i risultati sportivi che non sono mai mancati in questi anni e il rilancio del brand porterebbero ad escludere uno smantellamento della rosa per ripianare ed essere pronti alla rivendita.

Piuttosto lo scenario che tutti si augurano è di continuare con il lavoro fin qui fatto da dirigenza e gruppo squadra, riuscendo sempre a migliorare una squadra con risorse finanziarie risicate e vincolate a cessioni.

Molto delle ambizioni di Oaktree si capirà da come verranno gestiti i rinnovi di Inzaghi, Barella e Lautaro: da loro passa la sicurezza sul progetto Inter anche nei prossimi anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Alessandro Guerra

Alessandro Guerra

Laureato in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali, classe 98, il mio sogno è scrivere e commentare riguardo i miei principali interessi: politica italiana ed estera, cinema e musica (hip-hop su tutti) e ovviamente trattare di sport, in particolare di calcio e di Inter. Il giocatore che mi ha fatto innamorare dei colori nerazzurri è Adriano l'Imperatore.View Author posts