Vai al contenuto

Oaktree punta a relazione più serena con il Milan grazie all’amicizia con Furlani

CONDIVIDI:
Banner Libro

Il nuovo corso di Oaktree punta a stabilizzare le relazioni con il Milan anche in vista del progetto stadio.

Oaktree è ufficialmente padrona dell’inter solo da mercoledì 22 maggio ma ha già mosso e continua muovere i primi passi verso le istituzioni del nostro calcio e si inizia anche a lavorare ai rapporti con gli altri club di Serie A.

Come riportato dal quotidiano “Il Giorno”, il fondo californiano ha già mosso i primi passi verso le istituzioni calcistiche e non, mandando nella giornata di mercoledì una mail di presentazione dove si illustravano i piani a lungo termine del fondo e la massima volontà a collaborare e far crescere il sistema.

Ottime premesse per poter continuare un dialogo più che mai necessario per poter portare a termine i diversi progetti che l’Inter ha in serbo. La questione stadio su tutte. Per questo motivo la mail di presentazione è arrivata al Ministro dello sport Andrea Abodi, al presidente della FIGC Gabriele Gravina e alla società Milan.

Proprio il rapporto con la società Milan è destinato a cambiare: con Zhang presidente non vi è mai stato grande feeling con la proprietà RedBird di Jerry Cardinale ma il nuovo corso nerazzurro vuole intraprendere una relazione più serena e collaborativa con i cugini rossoneri.

L’auspicio di un nuovo inizio nelle relazioni tra i due club è dato dalla lunga conoscenza tra i vertici del fondo nerazzurro e Giorgio Furlani, amministratore delegato del club rossonero.

Inoltre, la questione stadio, tema molto caro alla proprietà del Milan, sarà un argomento centrale anche per l’Inter. Allo stato attuale le due società hanno preso due strade ben diverse: l’Inter ha una prelazione su un terreno a Rozzano fino al 31 gennaio 2025 mentre il Milan ha fatto passi in avanti per costruire a San Donato. Resta da capire il futuro di San Siro: se l’opzione ristrutturazione sarà ritenuta possibile e conveniente è allora probabile che le due società si possano sedere nuovamente per discutere la possibilità di restare a San Siro, almeno una delle due parti.

Il progetto di ristrutturazione verrà presentato dall’azienda WeBuild a giugno: non manca molto per capire di più sul futuro del leggendario stadio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Alessandro Guerra

Alessandro Guerra

Laureato in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali, classe 98, il mio sogno è scrivere e commentare riguardo i miei principali interessi: politica italiana ed estera, cinema e musica (hip-hop su tutti) e ovviamente trattare di sport, in particolare di calcio e di Inter. Il giocatore che mi ha fatto innamorare dei colori nerazzurri è Adriano l'Imperatore.View Author posts