Vai al contenuto

Oaktree rifiuta il riscadenziamento: Zhang si allontana dall’Inter

In attesa di conquistare matematicamente lo Scudetto, l’altra importante partita da giocare in casa Inter riguarda il futuro societario del club. Il presidente Steven Zhang sta cercando di trovare un accordo con Oaktree per riscadenzare, o rifinanziare il debito di oltre 270 milioni e che ha scadenza il prossimo maggio.

Secondo il Corriere dello Sport, il fondo americano ha però rifiutato la proposta del presidente nerazzurro di spostare la scadenza della restituzione dei soldi al 2026 o al 2027, con aumento del tasso di interesse. Per questo motivo, nonostante l’idea iniziale di Oaktree fosse quella di non tenersi il club, il fondo sta cambiando opinione in merito, e potrebbe decidere di diventare proprietario dell’Inter, in attesa di cercare un nuovo acquirente.

Oaktree nuovo proprietario dell’Inter?

steven zhang inter ritorno milano

Secondo quanto riportato da Il Corriere dello Sport, la situazione sul futuro societario del club nerazzurro si è complicata. Come raccontato da noi qualche settimana fa, sembrava esserci l’ok da parte di Oaktree per riscadenzare il debito, ma il fondo americano ha cambiato idea. Nonostante la proposta di Zhang di aumentare il tasso di interesse fino al 20%, Oaktree avrebbe detto di no anche a questa opzione.

Il timore del fondo, è che il valore del club possa abbassarsi in futuro, e quindi trovare un acquirente diventerebbe più complicato, oltre che decisamente meno remunerativo per Oaktree. Perciò, la via più percorribile sarebbe quella di tenersi l’Inter, intervenire sui conti e poi rivenderla al miglior offerente.

Zhang però è ancora ottimista, e continua a lavorare per diminuire le perdite ed accelerando per costruire il nuovo stadio il prima possibile, anche se in tal senso non arriveranno novità prima di giugno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Emanuele Di Vitto

Emanuele Di Vitto