Vai al contenuto

Open VAR cambia format: ecco le novità

Open VAR cambia format. È diventato famoso e molto seguito il format recentemente introdotto su DAZN chiamato Open VAR, all’interno del quale il lunedì sera si ascoltano gli audio tra arbitri e sala VAR  in occasione degli episodi che più hanno caratterizzato il weekend di campionato per conoscere e commentare le decisioni arbitrali con l’obiettivo di placare le polemiche che spesso ne seguono e risuonano sui giornali per giorni.

A partire dalla 25esima giornata di campionato però, e in particolare dalla sfida delle 19 tra Torino e Lecce entrerà pieno regime una modifica al format così come lo conosciamo ad oggi: innanzitutto, gli episodi arbitrali verranno analizzati subito, ogni domenica sera, senza aspettare la giornata successiva. A partire da questa sera, gli audio tra esclusivi dei colloqui tra arbitri e sala VAR, abbinati alle immagini, verranno commentati nello studio di Sunday Night Square insieme ad un rappresentante AIA e alla squad di DAZN.

Il nuovo format di Open VAR: i commenti degli esperti

Open VAR DAZN

“Finestre come Open VAR di DAZN, realizzato con FIGC e AIA in collaborazione con la lega serie A, sono capaci di trasportare il tifoso al centro dell’evento, rendendolo più protagonista e lo dimostra l’enorme successo ottenuto dal format” ha commentato Stefano Azzi, CEO di DAZN Italia che ha sottolineato come i numeri degli ascolti si aggirano intorno ai 17 milioni di views. Questi numeri, importanti per l’azienda di streaming, che confermano l’interesse degli appassionati e del valore di un format così innovativo, nato per diffondere una conoscenza più approfondita di un aspetto del calcio che appassiona tutti.

Sul format si è espresso anche il presidente della FIGC, Gabriele Gravina, che ha sottolineato come la Federazione creda molto nel progetto e i risultati non fanno altro che confermare l’interesse e il coinvolgimento del pubblico e degli addetti ai lavori. In collaborazione con l’AIA poi, sottolinea, che si è resa disponibile a realizzare un contenuto unico nel suo genere, e grazie a DAZN e Lega Serie A, si stanno esplorando nuove modalità di comunicazione con l’obiettivo di contribuire al miglioramento della cultura sportiva e della conoscenza delle regole del calcio.

il numero uno dell’AIA, Carlo Pacifici, si è detto lieto di continuare questo progetto per aprire sempre di più il mondo arbitrale a tutti gli appassionati di calcio e contribuire alla crescita di una cultura sportiva.

Nelle prossime settimane poi, verranno prodotti anche altri contenuti on demand per conoscere come nascono le scelte dei direttori di gara, come si prepara mentalmente un arbitro e come vive l’avvicinamento del match. Un racconto che possa svelare tutto ciò che un tifoso non vede, incluso il lato più umano dell’arbitraggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Alessia Lazzaroni

Alessia Lazzaroni