Vai al contenuto

Parla Acerbi: “Mai detto nulla di razzista a Juan Jesus”

Acerbi Juan Jesus. Da ieri sera non si parla d’altro: Juan Jesus ha accusato Acerbi di avergli risolto degli epiteti di matrice razzista nel corso della partita tra Inter e Napoli. Il difensore brasiliano si è a lungo intrattenuto con il direttore di gara per denunciare, giustamente, l’accaduto.

A fine partita JJ, come veniva chiamato dagli interisti nel suo periodo a Milano, ha detto che si tratta di episodi di campo e di aver accettato le scuse di Acerbi. Le polemiche tuttavia non si sono placate e il difensore dell’Inter è stato cacciato dal ritiro della Nazionale, in attesa di nuovi sviluppi della faccenda. Di ritorno da Coverciano, Acerbi è stato intercettato nei pressi della Stazione Centrale di Milano, dove per la prima volta si è esposto sulla questione. Ecco le sue parole.

Acerbi Juan Jesus razzismo: il difensore dell’Inter nega tutto

acerbi stazione centrale milano

Ai microfoni dei giornalisti presenti il difensore ha negato tutto quello che è stato detto e scritto nelle ultime ore:Non ho mai detto nulla di razzista. Dalla mia bocca non usciranno mai epiteti di quel genere: poco ma sicuro. Anzi, colgo l’occasione per mandare a quel paese il razzismo. Sono nel professionismo da vent’anni ormai, quindi so bene cosa posso dire e cosa no. Non sono assolutamente un razzista. Sono molto dispiaciuto di aver lasciato il ritiro della Nazionale. Cosa mi ha detto Spalletti? Sono cose nostre e pertanto preferisco tenerle private”.

Gli è stato chiesto un parere su quanto affermato dall’altro protagonista dell’episodio, cioè Juan Jesus, nel post-gara: Non l’ho ancora sentito. Per quanto riguarda le mie scuse penso pure che abbia capito male. Sul terreno di gioco è normale dirsi certe cose. Voglio sottolineare che la mia non è stata affatto un’offesa razzista. Non mi sarei mai permesso. L’importante è darsi la mano a fine partita e tutto torna come prima. Prima che con i dirigenti dell’Inter, intendo parlare con mia figlia”. Nelle prossime ore se ne saprà sicuramente di più.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Luca Arcangeli

Luca Arcangeli