Vai al contenuto

Il Porto fa resistenza per Taremi

La notizia più brutta arrivata ieri sera non è l’eliminazione dalla Coppa Italia, ma l’infortunio patito da Lautaro Martinez. Il capitano dei nerazzurri è uscito dal campo zoppicando e nella giornata di domani effettuerà tutti i test del caso per capire l’entità dell’acciacco. L’Inter, molto probabilmente, non potrà contare sull’argentino per la partita di sabato contro il Lecce a San Siro. Per la prima volta in stagione ci si trova a fare i conti con l’indisponibilità di uno dei due titolari e il pensiero generale è che le riserve non siano all’altezza del compito. Anche i dirigenti dell’Inter sono di questa idea e proprio per questo stanno sondando diverse piste, tra cui quella che porta a Mehdi Taremi del Porto.

Il Porto non ha intenzione di svendere

Il club portoghese è da sempre una bottega cara e anche stavolta non sarà facile riuscire a strappare un accordo per il club di Viale della Liberazione. I dragoes si sono qualificati agli ottavi di Champions League e il centravanti iraniano è uno degli uomini chiave della squadra allenata dall’ex nerazzurro Sergio Conceição. Il Porto ci tiene a fare un bel percorso in Champions e in campionato, perciò preferirebbe perdere Taremi a parametro zero a fine stagione piuttosto che privarsene ora in cambio di una cifra irrisoria. L’Inter dal canto suo non può permettersi di sborsare somme da capogiro per un giocatore in scadenza tra sei mesi, a maggior ragione ora che si ritrova col bisogno assoluto di compare un esterno destro in grado di rimpiazzare Cuadrado.

Si discute per giugno

L’Inter è fortemente interessata a Taremi. Il giocatore è da sempre un pallino del direttore sportivo Piero Ausilio e proprio per questo i discorsi avviati con l’entourage del giocatore non sono solo per gennaio, ma soprattutto per giugno, quando il giocatore sarà libero di accasarsi in un nuovo club a parametro zero. L’obiettivo dell’Inter è di andare ad arricchire il reparto offensivo della prossima stagione, assicurandosi un bomber con esperienza internazionale a un costo irrisorio. L’affare ad oggi pare più praticabile in vista dell’estate rispetto che a gennaio.

 


© Consentita la sola riproduzione parziale citando e linkando la fonte.
Luca Arcangeli

Luca Arcangeli

Tag: