Vai al contenuto

Questione stadio, la Figc in attesa e l’Inter si muove

La Figc osserva. La questione relativa al nuovo stadio di Milano interessa ormai non solo il comune di Milano, Inter, Milan e rispettivi tifosi, ma viene seguita con particolare attenzione anche da Roma. La Figc, infatti, sta assistendo alle vicende del capoluogo lombardo con grande attenzione, visto che Milano è una delle cinque città candidate ad essere sede delle partite degli Europei 2032, organizzati insieme alla Turchia. Roma, Torino, Verona, Genova, Bologna Firenze, Napoli, Bari, Cagliari e ovviamente la città meneghina sono state inerite nel dossier della candidatura italiana per Euro 2032; chiaramente Milano è una priorità anche se non si sa quale stadio potrebbe ospitare le gare delle diverse nazionali.

Così scrive oggi Tuttosport in merito alla questione del nuovo stadio o del rinnovamento di San Siro.

La Figc osserva e l’Inter si muove verso Rozzano

nuovo stadio Inter dall'alto

Le opzioni ora sul tavolo sono addirittura tre: San Donato, futura eventuale casa dei rossoneri, San Siro ristrutturato o Rozzano, sul cui terreno l’Inter sta lavorando da tempo al progetto del nuovo stadio. L’ufficio della Figc competente a raccogliere le informazioni sulle città candidate, sta aspettando che Milano fornisca informazioni tramite il sindaco Sala sui lavori di Webuild, progetto illustrato nel summit tra il sindaco, l’ad nerazzurro Antonello ed il presidente del Milan Scaroni, nonostante siano da aspettare almeno tre mesi per la relazione su cui il colosso dell’ingegneria sta lavorando, soprattutto in merito alla possibilità di effettuare i lavori di ristrutturazione lasciando lo stadio aperto al pubblico.

La Federazione si augura che le vicende sul futuro stadio di Milano possano risolversi in tempi brevi poiché nel 2026 gli stadi candidati agli Europei dovranno offrire un progetto definitivo con i lavori già appaltati e finanziati, così scrive il quotidiano, aggiungendo che l’Inter, nel frattempo, non ha intenzione di vedersi sfumare tra le mani l’occasione di costruire il nuovo stadio a Rozzano.  I nerazzurri, infatti, potrebbero rinnovare l’opzione di acquisto per i terreni della periferia milanese in scadenza il 30 aprile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Alessia Lazzaroni

Alessia Lazzaroni