Vai al contenuto

Ranocchia: “Vincere lo scudetto nel derby è speciale, io ho il brutto ricordo di quello del 2011. Inzaghi…”

Lunga intervista per l’ex giocatore dell’Inter Andrea Ranocchia, che ha parlato di tanti argomenti riguardanti la sua carriera ma anche commentato la stagione dei nerazzurri, le sue parole.

Tanti anni all’Inter, arrivato nel 2011 ed ha offerto prestazione altalenanti durante le prime stagioni, salvo poi diventare un ricambio di livello negli ultimi anni con Spalletti e Conte in panchina: stiamo parlando di Andrea Ranocchia, che ha appeso gli scarpini al chiodo nella scorsa stagione dopo pochi mesi da giocatore del Monza. L’ex difensore, ha concesso una lunga intervista, dove ha parlato dei suoi ricordi in maglia nerazzurra, ma non solo: ecco le sue parole.

Ranocchia: “Il mio primo derby fu terribile”

andrea ranocchia intervista

Nel corso di una lunga intervista rilasciata a Sitiscommesse.com, l’ex giocatore dell’Inter ha parlato di molti argomenti, a partire dallo Scudetto vinto dai nerazzurri. Ecco le sue parole riportate da FcInterNews:

“L’importante era vincerlo. La verità è che ancora ho tantissimi rapporti con tanti di loro. Ho passato tanti anni lì e oltre ai giocatori, ho tanti amici, anche nello staff, nei vari componenti che poi ruotano intorno alla squadra quindi sono contentissimo e so quanto ci tenevano. Naturalmente vincerlo nel derby ha un sapore ancora più importante. Quindi diciamo che l’importante era vincere, però vincere nel derby è ancora più speciale”.

Mentre sul suo primo derby con la maglia nerazzurra, Ranocchia ha detto:

Ti dico la verità, il mio ricordo di un derby è quello che abbiamo perso nel 2011. Ero appena arrivato all’Inter, avevamo fatto una grande rimonta da gennaio a maggio e speravamo di vincere anche il campionato. Abbiamo avuto lo scontro diretto con il Milan che eravamo due punti sotto e l’abbiamo perso. Purtroppo, quello è un ricordo di un derby terribile“.

Le parole dell’ex difensore sul presidente Zhang:

Personalmente sono contento perché ho lavorato tanti anni per Steven, so la passione che mette in questa squadra e in questa società. Bisogna ricordarsi che Steven quando ha preso l’Inter era una squadra in difficoltà e in pochi anni è riuscito a riportarla ai vertici del calcio europeo e mondiale e ha fatto un lavoro strepitoso. Purtroppo ha avuto dei problemi che non si sa a cosa sono dovuti però io personalmente sono contento e spero che possa continuare per tanti anni.”
Ranocchia ha poi parlato anche del mister dell’Inter, ovvero Simone Inzaghi, e lo ha elogiato:
Inzaghi è stato intelligentissimo a capire il livello della squadra, perché la squadra è una squadra forte e lui ha capito come doveva gestire i giocatori. Poi è un allenatore che, insieme al suo staff, prepara bene le partite, dà indicazioni che cambiano anche a seconda dell’avversario che incontra. Quando un giocatore non sta bene o ha un problemino, lui capisce come può gestirlo, non con le bastonate ma mettendosi nei panni del giocatore, aiutandolo in quel momento lì. L’empatia è la sua più grande qualità, per questo ha un rapporto con i giocatori molto forte e lo si vede.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Emanuele Di Vitto

Emanuele Di Vitto