Vai al contenuto

Ristrutturazione San Siro? Sala convoca Inter e Milan insieme a WeBuild

Ristrutturazione San Siro, Sala convoca Inter e Milan ma non solo. Tiene ancora banco la questione legata allo stadio e, nel corso di questa settimana, è previsto un nuovo aggiornamento sulla situazione inerente il progetto di ristrutturazione della scala del calcio. Il sindaco Sala, infatti, ha convocato i due club meneghini per dar vita ad un nuovo incontro che possa in qualche modo sciogliere gli eventuali dubbi ancora presenti su questo tema delicato. L’importante novità è, però, rappresentata dalla presenza al tavolo di lavoro di WeBuild, la società di costruzioni promotrice del progetto di restyling.

Ci sarà, quindi, un primo incontro tra tutte le parti interessate al progetto che vedrà coinvolto San Siro, incluso il costruttore che si è proposto di prendersi in carico la ristrutturazione proposta dal Comune. Per l’Inter sarà il primo contatto con l’impresa di costruzioni che ha già effettuato un sopralluogo a San Siro con i rappresentanti del Milan. Sala vuole capire qualcosa in più da entrambi i club che, al momento, si mostrano scettici verso questa soluzione. Il Milan, pur non avendo ancora dato una risposta definitiva, sembra voler percorrrere la strada del progetto nuovo stadio a San Donato, mentre i nerazzurri quello che porta a Rozzano. Scelte che dimostrano come i due club si stiano muovendo per la costruzione di “case” nuove ed indipendenti in grado di garantire incassi superiori ed esclusivi.

Le parole del direttore generale di WeBuild

massimo ferrari we build

WeBuild, tramite le parole del direttore generale Massimo Ferrari, tra l’altro ex membro del CdA del Milan, ha già fatto sapere che per la realizzazione del progetto proposto prevedono di lavorare nel periodo Giugno-Agosto per circa 2 anni, in modo da incidere il meno possibile sulla gestione delle partite casalinge. Un progetto che sembra essere mosso da tre obiettivi principali: coinvolgimento della clientela vip, maggiori sponsor e costruzione di servizi fuori dalla stadio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Mirko Patera

Mirko Patera