Vai al contenuto

Roma-Inter, la sfida si vince a centrocampo: De Rossi ha in mente un’idea

Roma-Inter, De Rossi cerca una soluzione a centrocampo. Dalla scorsa stagione il centrocampo nerazzurro ha dimostrato di essere a un altissimo livello, raggiungendo questa stagione il top classificandosi tra i migliori d’Europa. La coesione del trio Barella, Calhanoglu e Mkhitaryan è stata un’intuizione di Simone Inzaghi dell’ormai lontano Inter-Barcellona della scorsa stagione, quando in una situazione di emergenza si è trovato a fare delle scelte in mezzo al campo dopo essersi privato dell’infortunato Brozovic. Oggi quel reparto è diventato un sontuoso centrocampo che fa gola a molti.

Nella sfida Roma-Inter il tecnico giallorosso De Rossi sa di dover trovare una soluzione per cercare almeno di contrastare quella zona del campo che ormai va a memoria cambiando solo qualcosa durante la partita: Barella e Mkhitaryan spesso giocano dalla stessa parte del campo per andare in superiorità numerica e Calhanoglu regista si sposta davanti alla difesa, dietro le punte o gli esterni a seconda di ciò che gli chiede il tecnico piacentino.

De Rossi prepara il contrattacco

Barella, Chalanoglu, Mkhitaryan centrocampo inter

Il nuovo allenatore della Roma prepara la partita cercando di sporcare le linee di passaggio soprattutto del numero 20 nerazzurro, impedendogli così di rendere difficile la giocata: compito che spetterà a Paredes. Per quanto riguarda Nicolò Barella, vivrà un faccia a faccia con Pellegrini che dovrà tenere il suo ritmo ma soprattutto sapendo che il classe ’97 nerazzurro potrebbe cambiare posizione da un momento all’altro. Infine ecco l’ex romanista Mkhitaryan, l’imprescindibile, decisivo in fase difensiva e risolutivo nel triangolo Bastoni – Dimarco: ad attenderlo c’è Cristante che lo conosce bene e con il quale ha condiviso lo spogliatoio.

Se dunque De Rossi cambierà qualcosa per il big match sarà lì in mezzo al campo, la zona più pericolosa dell’Inter di Simone Inzaghi.


© Consentita la sola riproduzione parziale citando e linkando la fonte.
Marta Bonfiglio

Marta Bonfiglio