Vai al contenuto

Sassuolo, la partita per chiudere il cerchio

Sassuolo – Inter è la partita che può chiudere il cerchio: da Reggio Emilia a Reggio Emilia, ma ora siamo già campioni.

Sì, siamo già campioni da ormai due settimane ma la voglia di continuare a vincere non è mai poca. Questa sera a Reggio Emilia l’Inter è chiamata al successo non tanto perché ce ne sia bisogno, in quanto i nerazzurri non devono più dimostrare niente a nessuno poiché la stagione parla da sé, quanto per due conti in sospeso. In realtà la questione “vendetta” è puramente una vicenda della tifoseria nerazzurra, perché nessuno si è dimenticato di come due anni fa siano andate le cose all’ultima giornata di campionato. Non sono qui a a guardarmi indietro ed è sempre vero che l’Inter quello scudetto l’ha perso da sola, ma è pur vero che qualcuno ci ha messo lo zampino. Questo potrebbe essere un validissimo motivo per imporsi contro il Sassuolo che contro i nerazzurri non si risparmia mai.

Il secondo conto in sospeso è molto irrilevante, e mi riferisco all’unica, momentanea, sconfitta dell’Inter in campionato che risale a mercoledì 27 settembre a San Siro contro i neroverdi, i quali hanno avuto la meglio ma da lì è nato il loro tracollo e il nostro trionfo.

A Sassuolo per altri tre punti

Alcuni nerazzurri esultano dopo una vittoria

Sassuolo – Inter è la partita che serve a chiudere il cerchio per un semplice ma fondamentale motivo. Dopo la vittoria dello scudetto da parte del Milan proprio a Reggio Emilia in casa di un Sassuolo complice e la parallela perdita del trofeo da parte dei nerazzurri, le carte in tavola hanno cominciato a ribaltarsi completamente. La stagione scorsa, seppur con un Napoli che ha fatto una maratona in solitario, l’Inter ha posto le basi per un futuro stellare.

Una cavalcata in Champions League spettacolare che ha superato ogni aspettativa con l’amarezza finale e poi l’inizio di una fase che ad oggi ha portato solo vittorie e un grandissimo trionfo. Lo scudetto è tornato a casa dopo essere stato lontano, e ora si può chiudere il cerchio perché da Reggio Emilia il trofeo nazionale ha cominciato il suo viaggio e lo ha terminato in casa Milan finendo sul petto dell’Inter. Sembra destino.

A Sassuolo per imporci.

Forza ragazzi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Marta Bonfiglio

Marta Bonfiglio