Vai al contenuto

Scaroni: “Ogni tanto ci piacerebbe vincere con l’Inter”

Scaroni, presidente del Milan, è intervenuto a margine dell’evento “il Foglio sportivo”. Nel corso dell’intervista si è lasciato andare ad un’amara confessione.

Oggi a San Siro è andato in scena l’evento “il Foglio sportivo“. Diversi uomini di calcio si sono avvicendati per parlare e per rispondere a qualche domanda. In remoto è intervenuto anche Paolo Scaroni, il presidente del Milan. I rossoneri arrivano dalla grandissima delusione del derby e l’umore non è dei migliori nell’ambiente. Non lo ha nascosto neanche il numero uno del club, lasciatosi andare persino ad un’amara confessione.

Scaroni: “Ogni tanto ci piacerebbe vincere con l’Inter”

Scaroni milan stadio

Come sono stati gli ultimi due giorni in Casa Milan?

“Senza dubbio pesanti. Lunedì è arrivata una sconfitta difficilissima da digerire. Con l’Inter abbiamo aperto una serie di sconfitte consecutive che vorremmo chiudere. Ogni tanto piacerebbe vincere pure a noi un derby. Però sposterei la lente d’ingradimento dal match di lunedì e allargherei l’analisi a tutta la stagione. Nel complesso un secondo posto non è male, anche in virtù dei numerosi infortuni che abbiamo avuto. L’Inter ha meritato di vincere e mi sono già complimentato con Antonello e con Marotta, che vedo allo stadio”.

Cambierete allenatore?

“Le valutazioni sono rimandate a fine stagione. Fino ad allora sulla panchina rossonera continuerà a sedere Stefano Pioli. I ragionamenti li faremo solo alla fine”.

In che rapporti siete rimasti lei e Maldini?

“Non l’ho più sentito. Preferisco non guardare al passato, significherebbe che il presente non è positivo. Spero che lo stesso lo faccia Maldini, a cui auguro una vita piena di soddisfazioni”.

Galliani ha criticato la vostra iniziativa per ridurre le squadre di Serie A a 18.

“Andrò a lezione di savoir-faire da Galliani. In questo momento ci sono troppe partite. È necessario ridurre da qualche parte. UEFA e FIFA si sfidano a chi ci fa giocare di più. Chieda a Casini quanto è difficile stilare i calendari tenendo conto degli impegni di tutti.

A che punto è il nuovo stadio di San Donato?

“La zona a cui siamo interessati è stata più che opzionata. Il costo è di 40 milioni di euro. Il progetto sta andando avanti assieme a tutte le problematiche della burocrazia italiana. Il sindaco Sala ci ha proprosto la ristrutturazione di San Siro e siamo in attesa di sviluppi”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Luca Arcangeli

Luca Arcangeli