Vai al contenuto

Serie A, i bilanci dei club: la situazione dell’Inter e delle big

zhang videochiamata
CONDIVIDI:
Banner Libro

Bilanci club Serie A. La Gazzetta dello Sport ha stilato un report sui bilanci economici delle squadre del campionato italiano, per fare anche una sintesi della situazione finanziare dei club di Serie A. Anche l’Inter è stata inserita in questo focus della GdS, anche per via degli ultimi aggiornamenti. Ecco cosa emerge dal report.

Inter in crescita: ma il debito è in scadenza

zhang videochiamata

Le ultime notizie sulla situazione finanziaria dell’Inter non sembrano apportare ulteriori aggiornamenti importanti per far fronte alla scadenza del debito con il gruppo di investimento statunitense Oaktree. Una deadline prevista per maggio 2024 e a cui Steven Zhang, il presidente nerazzurro, sta lavorando – stando lontano fisicamente dalla squadra che sta ottenendo però risultati davvero positivi in campo.

Rispetto al 2021, l’Inter è riuscita a migliorare il rapporto costo-ricavi – che ammontava ad un rosso di -245 milioni di euro -, grazie anche alle campagne d’acquisti a parametro 0 che hanno comunque mantenuto la rosa competitiva, nonostante la vendita di determinati giocatori importanti. Tra i ricavi che hanno influito a questa crescita ci sono quelli derivanti dal seguito durante le partite (tra diritti TV e il continuo sold-out allo stadio), ma anche dagli ammortamenti e dall’abbassamento del monte ingaggi – che ha portato il debito a 437 milioni di euro (al 20 giugno 2023).

Le altre big

Una situazione critica è registrata anche in casa Juventus. Infatti, è previsto il terzo aumento di capitale dal 2019 da parte dell’azionista di maggioranza, Exor. Per la società bianconera si parla di un debito aggregato di 722 milioni di euro negli ultimi cinque anni. Previsto un bilancio in rosso anche per il 2024.

Diversamente per il Milan, il quale ha il bilancio in attivo – dopo tanto tempo – grazie alle strategie a Elliot e RedBird. Negli ultimi tre anni, i ricavi commerciali del club rossonero sono triplicati (con Cardinale che dovrà ridare i 550 milioni di euro a Elliot per il “vendor loan”). Una politica che ha visto la strategia di player trading sul mercato.

In attivo anche il Napoli, grazie all’anno dello scudetto che porta la società partenopea ad un ricavo record di 79,7 milioni di euro: anche qui fondamentale il player trading e l’abbassamento del monte ingaggi, con una grande espansione del merchandising. Per il 30 giugno 2024 è previsto quindi un bilancio in attivo per il secondo anno di fila.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Samuele Amato

Samuele Amato

Classe '97, follemente addicted ai colori nerazzurri, alla musica e alla filosofia.View Author posts