Vai al contenuto

Sommer salva l’Inter: “Rigore? Ecco cosa penso”

Yann Sommer protagonista della serata che ha visto scendere in campo Fiorentina e Inter difende la porta ottenendo l’ennesimo clean sheet e proteggendo i tre punti. La sua personale gara di ieri sera è stata perfetta, due parate decisive su due per mettere in fortino la partita e riportare l’Inter prima in classifica anche con un match in meno che si recupererà il prossimo 28 febbraio. Insieme al lavoro costante della difesa Sommer è sempre più essenziale tra i pali: vigile e con i riflessi pronti scherma prima Giacomo Bonaventura su un tiro insidioso e poi para il rigore battuto da Nico Gonzalez.

Proprio su quest’ultimo episodio non c’è discussione che tenga, il portiere nerazzurro arriva prima sul pallone ma l’arbitro concede calcio di rigore per i viola che però non sfruttano l’occasione: N. Gonzalez non disorienta Sommer. Nel post partita il numero 1 dell’Inter interviene ai microfoni di DAZN per commentare la vittoria dell’Inter pesantissima a Firenze.

“Il caso del rigore è stato difficile, sono sicuro di aver toccato io la palla per primo ma l’arbitro ha deciso così”, ha detto.

Sommer compie due parate decisive

Nico Gonzalez non spiazza Sommer davanti alla porta che para e mantiene il punteggio della partita sull’1-0 per gli ospiti. Felice della vittoria è anche certo di essere arrivato prima sul pallone nell’azione che ha portato poi l’arbitro a fischiare calcio di rigore. Ora insieme al resto della squadra si gode i due giorni di riposo concessi da Simone Inzaghi che non rimprovera nulla ai suoi ragazzi, i quali sono scesi in campo con un po’ di stanchezza dettata dalla scorsa trasferta araba ma sono stati capaci di tenere banco e incassare tre punti pesanti.

Protagonista del match insieme al capitano Lautaro Martinez, Sommer ricarica le energie in vista della prossima partita domenica 4 febbraio a San Siro contro la Juventus.


© Consentita la sola riproduzione parziale citando e linkando la fonte.
Marta Bonfiglio

Marta Bonfiglio